La nuova Commissione europea è appena nata ma ha già i suoi impresentabili. L’ultimo caso a emergere è quello del liberale Didier Reynder, ora indicato come responsabile della Giustizia nell’esecutivo comunitario targato Von der Leyen. Ieri la Procura di Bruxelles ha aperto un’inchiesta contro il politico con l’accusa di corruzione e riciclaggio di denaro. A […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Ecco la strategia “green” per trattare con l’Europa

prev
Articolo Successivo

Da Tamburi a Chigi L’inviato di Conte anti-Ilva e finanza

next