Un singolo pastore conduceva le sue greggi in una ventina di pascoli diversi, sparsi per tutto l’arco alpino e distanti tra loro decine di chilometri. È stato forse questo caso di stakanovismo ad aver insospettito la Guardia di finanza di Como. A fine agosto, le indagini dei finanzieri coordinati dalla Procura di Sondrio, hanno portato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Dl Imprese, ArcelorMittal non chiuderà più Taranto

prev
Articolo Successivo

Bufera su Google: vende i dati degli utenti

next