Ultimo giorno utile per la rottamazione delle cartelle esattoriali. Tanti contribuenti si sono messi in fila davanti agli uffici di Equitalia per sanare la propria esposizione al netto di sanzioni e interessi di mora. “Meglio approfittarne, ci si toglie un pensiero”, dichiara un giovane in attesa del suo turno presso la sede dell’agenzia di via Lario a Milano. “Come al solito fanno cassa sui piccoli contribuenti, i grandi evasori se la cavano sempre”, obietta un altro contribuente. “Siamo venuti per sapere se c’è qualche vecchia notifica di cui non siamo a conoscenza, meglio prevenire”, raccontano alcuni. “Sono previste poche rate e il grosso del debito va pagato entro fine anno, è un’operazione che viene incontro a chi un po’ di soldi ce li ha”, osservano altri. Presenti vari consulenti e commercialisti con delega dei clienti. “Per posizioni gravate da elevati interessi la definizione agevolata conviene”, sottolinea uno. “A chi ha più di ventimila euro di debito consiglio di fare opposizione, le notifiche per esempio sono spesso scorrette”, sostiene un altro. E c’è chi invita a fare attenzione alla sofferenza sociale: “Chi non possiede nulla comunque non paga, ma molti si indebitano per rimettersi in pari con il fisco”  di Piero Ricca, riprese e montaggio di Alessandro Sarcinelli