I soldati turchi golpisti ammucchiati come mandrie dentro stalle o palestre ricordano le prime immagini dei musulmani rastrellati nel ’92 dai killer bosniaci di Milosevic e ora – con la cosiddetta “sospensione temporanea dei diritti umani” – arrivano le prime notizie di stupri e torture. Quando “Slobo” prese il potere all’inizio degli anni 90 , con il pretesto di difendere i serbi del Kosovo, la prima cosa che fece fu licenziare 1000 giornalisti. Erdogang sembra applicare lo stesso ‘format’.

TURCHIA-DIRITTI-UMANI--web