Finalmente la tv si è accorta che Milano e Roma sono camere a gas. Perché non piove, dicono.
Balle.
Sono anni che il movimento ecologista denuncia la truffa delle rilevazioni sugli inquinanti. Ma cosa vuoi che ti misuri una centralina se piazzi i tubi di aspirazione a quattro metri d’altezza?
Fammi i prelievi dell’aria ad altezza di passeggino, sulla circonvallazione e poi dimmi quanti giorni all’anno lo smog è oltre tutti i limiti di decenza. Ma le hai viste tu le madri infuriate che vanno con i passeggini di fronte al Comune a protestare per la beffa delle centraline segna smog? Non le hai viste perché non ci sono andate a disturbare il Pisapia! Povera creatura anche lui!
Ma l’indecenza sull’inquinamento è illimitata… L’hai sentita la storia che, secondo uno studio commissionato dal Sole 24 ore, Milano sarebbe la seconda città più vivibile d’Italia?

smog milano 675

Sono stato a Milano per Natale e ho visto cose che voi umani neppure immaginate: ho visto giovanette piacenti fare lo jogging sulla circonvallazione!!!
Da paura. M’è venuto il catarro solo a guardarle.
Ma cos’hai nella testa? Brioches?

L’inquinamento di Milano è una cosa addirittura misteriosa: vai a vivere in un posto che sta affossato sotto il livello del mare? Ma possibile che non capisci che se bruci il mondo per scaldarti e muoverti per la città poi respiri il catrame?
Esiste l’intelligenza della folla ma esiste anche l’idiozia collettiva.
Ero a Milano giorni fa e parlavo con un mio amico. E gli dico: “Cazzo, sto soffocando, mi sveglio la mattina con la palta nei polmoni”
E lui: “Beh, sì, tu a furia di stare in campagna non sei più abituato!”
Ma porca miseria! Incredibile! Ti dicono proprio che sei un deboluccio perché la campagna ti ha rammollito e hai bisogno di respirare… Ai milanesi lo smog ci rimbalza… Sono abituati… Poi vai a vedere i dati dell’Oms e scopri che vivono quasi cinque anni di meno di quelli che stanno a Macerata… Sì, perché la sfiga è che proprio quando eri lì lì che avevi imparato a fare a meno di respirare, cazzo, sei morto.

Ma non c’è verso, non riescono a mettersi d’accordo nell’assemblea del condominio per nessuna azione che ridurrebbe l’inquinamento: fanculo l’isolamento termico e i pannelli solari per l’acqua calda. E non vorrai mica rendere obbligatoria l’auto elettrica?!? Il Nobel Rubbia ha calcolato che per ogni euro speso in carburanti urbani la collettività paga un euro di spese mediche.
“Uéh! Sem minga chi a fa na got!”
I milanesi sono per farsi ognuno i cazzi propri.

Quando quell’estremista di mio padre si presentò alle primarie del centrosinistra per fare il sindaco propose un programma di interventi drastici che avrebbero ridotto del 50% l’inquinamento. Prese il 24% dei voti, Ferrante il 67,8. La maggioranza dei progressisti non voleva il cambiamento ecologico. Ma siamo pazzi? Che poi magari campi una settimana di più e piove tutti i gironi! (diceva Woody Allen)

E di cosa parlano i tre miei articoli meno condivisi su Fb del 2015?
Davano i dati mondiali dei morti per inquinamento urbano (3,7 milioni, dati Oms) e dei morti italiani (stima minimalista 30mila). Una non notizia. Le guerre fanno 180mila morti, lo smog 3,7 milioni e non è una notizia! Ripeto, non gliene frega niente a nessuno. Adesso se ne parlerà per un po’ di giorni ancora, si farà un po’ di scena, targhe alterne, blocco del traffico… Ma dura minga!
Intanto la gente continuerà a bruciare la foresta amazzonica per tenere l’appartamento a 24 gradi, che oltre a essere vietato fa pure male alla salute (ma che ci vuoi fare mica si possono montare termostati ed elettrovalvole in tutti i palazzi! E si dovrebbe andare casa per casa a controllare l’efficienza delle caldaie…); le fabbriche continueranno a scoreggiare dalle ciminiere e gli inceneritori a incenerire.
Perché Milan l’è un gran Milan!

Aggiornato dalla redazione web alle 16 del 29/12/2015