Giornata di terrore nell’hotel Radisson Blu di Bamako, capitale del Mali, dove questa mattina un commando di uomini armati ha fatto irruzione (secondo fonti della sicurezza al grido di “Allah Akbar”) e preso in ostaggio circa 170 persone, 140 clienti e 30 dipendenti. Tutti sono stati liberati dopo un blitz delle forze maliane e dei corpi speciali francesi. Il presidente del Mali, Ibrahim Boubacar Keita, ha annunciato che sono state uccise 21 persone, inclusi due terroristi.

Il ministro della Difesa francese Jean-Yves Le Drien, dopo aver annunciato che “non risultano vittime di nazionalità francese”, ha detto che dietro l’attacco potrebbe esserci Mokhtar Belmokhtar, ex comandante di Al Qaida in Maghreb. Belmokhtar è tra i fondatori del gruppo jihadista al Mourabitoun, che ha rivendicato l’assalto via twitter.

Nel tardo pomeriggio Amadou Sangho, portavoce del ministero della Sicurezza interna, ha riferito che un gruppo di uomini armati stava continuando a resistere alle forze di sicurezza. “Gli aggressori non hanno più ostaggi. Sono asserragliati nei piani superiori. Sono soli con le forze speciali che stanno cercando di prenderli”, ha detto Sangho. La circostanza è stata confermata anche da Monsi Hamdi, rappresentante speciale della missione Onu nel Mali, secondo cui le forze speciali stavano setacciando le camere dell’albergo per stanare “altri terroristi”.

Il commando sarebbe arrivato nell’albergo a bordo di una macchina con la targa “corpo diplomatico” e avrebbe fatto irruzione nella struttura usando armi automatiche e granate. L’hotel si trova poco a ovest del centro della capitale maliana, in un quartiere che ospita ministeri e sedi diplomatiche, e ospita un gran numero di occidentali. Secondo le informazioni circolate in mattinata, diversi ostaggi erano stati rilasciati dagli stessi assalitori, dopo che i rapiti avevano dimostrato di “saper recitare passi del Corano“. Tra i primi ostaggi a essere liberati c’era Sekouba Bambino, cantante originario della Guinea, che ha raccontato di aver sentito parlare i sequestratori in inglese: “”Li ho sentiti dire in inglese ‘L’hai caricato?’, ‘Andiamo'”, ha detto il musicista. (qui la diretta video di France24).

Il presidente del Mali, Idriss Déby Itno, ha evocato la matrice islamista dell’attacco terroristico: “Condanno nella maniera più ferma possibile questo atto barbaro che non ha niente a che vedere con la religione”, ha detto il capo di Stato come riferisce il sito Jeune Afrique.

Solo giovedì il presidente francese François Hollande ha sottolineato che l’Isis considera la Francia nemica per l’intervento di Parigi in Mali. Nel suo discorso il presidente ha ricordato che nel 2013 la Francia ha aiutato il Mali, ottenendo una “vittoria“: “I terroristi lo sanno per questo ci considerano nemici“, per questo “nel 2012 si sono accaniti contro la cultura del Mali”. Per questo motivo “la Francia ha dovuto prendersi le sue responsabilità e portare avanti azioni importanti”.

CRONACA ORA PER ORA

00,00 – Un americano ucciso nell’attacco
Un cittadino americano è rimasto ucciso nell’attacco. Lo riferisce il Dipartimento di Stato Usa citato dai media americani.

21,43 – Gli Usa condannano attentato
Gli Stati Uniti condannano “nei termini più forti” l’attacco terroristico in Mali. Lo afferma la Casa Bianca, sottolineando che gli Usa sono pronti ad assistere il governo maliano nelle indagini.

20,39 – Ministro della Difesa francese: “Dietro attacco Mokhtar Belmokhtar”
Dietro l’attacco potrebbe esserci Mokhtar Belmokhtar, ex comandante di Al Qaida in Maghreb. Lo ha detto il ministro della Difesa francese Jean-Yves Le Drien.

20,19 – Onu: “Uccisi tutti i 13 terroristi”
Sono stati uccisi tutti i 13 terroristi che oggi hanno assaltato l’hotel. Lo riferisce una fonte della missione delle Nazioni Unite nel Mali.

19,39 – Onu: “Uccisi due jihadisti e 27 ostaggi”
Due jihadisti e 27 persone stati uccisi nell’attacco all’hotel Radisson di Bamako, dove l’operazione della polizia è ancora in corso: lo rendono noto funzionari Onu.

18,13 – Delegato Onu: “Operazione ancora in corso”
Le operazioni delle forze di Sicurezza maliane nell’hotel sono ancora in corso. Lo ha detto alla Cnn Monsi Hamdi, rappresentante speciale della missione Onu nel Mali. Lo stesso ha confermato che le forze speciali stanno setacciando le camere dell’albergo per stanare “altri terroristi” che sono asserragliati dentro.

18,12 – Ministero: “Uomini armati asserragliati nell’hotel”
Un gruppo di uomini armati sta continuando a resistere contro le forze di sicurezza anche dopo la liberazione di tutti gli ostaggii. Lo riporta un portavoce del ministero della Sicurezza interna, Amadou Sangho. “Gli aggressori non hanno più ostaggi. Sono asserragliati nei piani superiori. Sono soli con le forze speciali che stanno cercando di prenderli”, ha detto Sangho.

17.52 – Esercito conferma: “Blitz terminato”
L’assalto all’hotel Radisson di Bamako si è concluso. Lo annuncia l’esercito maliano sul suo account Twitter.

17,28 – Un belga tra le vittime accertate
E’ belga una delle vittime dell’attacco. Si tratta di Geoffrey Dieudonne, funzionario del Parlamento vallone-francofono in missione nel quadro di una collaborazione per la formazione di funzionari del Parlamento del Paese africano. Lo ha reso noto il presidente del Parlamento della Vallonia, Philippe Courard.

17,24: Abc: “Le vittime sono 27”
Sale a 27 morti il bilancio, ancora provvisorio, delle vittime. Lo riferiscono – secondo quanto riporta Abcnews – i peacekeeper delle Nazioni Uniti riferendo di aver contato 27 corpi.

16,48 – Ministro: “Liberati tutti gli ostaggi”
Tutti gli ostaggi all’hotel Radisson Blu di Bamako sono stati liberati dalle forze di polizia, ha riferito un ministro maliano citato dai media francesi.

16,33 – Arrivate le forze speciali francesi
Le forze speciali francesi sono arrivate all’hotel. “In risposta a una richiesta da parte delle autorità del Mali, il ministro della Difesa francese ha deciso di inviare un gruppo di forze speciali”, si legge in una dichiarazione del ministero della Difesa francese. Non è chiaro quanti uomini delle forze francesi siano presenti.

16,24 – New Delhi: “Rilasciati 20 ostaggi indiani”
Sono stati rilasciati i 20 cittadini indiani tenuti ostaggi nell’hotel. Lo ha annunciato il ministero degli Esteri indiano. “Buone notizie – ha scritto il portavoce, Vikas Swarup, su twitter- tutti i 20 cittadini indiani sono stati rilasciati incolumi. Lo ha confermato la nostra ambasciata in Mali”.

15.41 – Gentiloni: “Nessun italiano coinvolto”
Non risultano all’Unità di Crisi della Farnesina italiani coinvolti nell’assalto dei jihadisti all’hotel Radisson di Bamako, in Mali. Lo ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni in diretta a #Corrierelive.

15,38 – Al Jazeera, rivendicazione del gruppo Mourabitoun
Il gruppo Mourabitoun ha rivendicato via twitter l’attacco contro l’hotel Radisson a Bamako, in Mali. Lo ha riferito l’emittente al-Jazeera. Al-Mourabitoun, in arabo “le sentinelle”, è un gruppo jihadista nato dalla fusione di due associazioni terroriste. Opera in Mali, ma anche in Libia e in Niger.

15,32 – Pentagono: “Sei americani liberati”
Sei cittadini americani sono stati liberati dall’hotel di Bamako, in Mali. Lo riferisce il Pentagono mentre il Dipartimento di Stato Usa afferma che è a “conoscenza che altri connazionali potrebbero ancora essere nell’hotel Radisson. La nostra ambasciata nel Mali sta lavorando per verificare la notizia. Forniremo ulteriori notizie non appena le avremo”, si legge in un comunicato.

15,20 – Media locali: “Uccisi tre assalitori”
Secondo il sito locale Abamako, il ministero maliano della sicurezza ha riferito che tre degli assalitori sono stati uccisi ed è ancora in corso il blitz delle forze di sicurezza all’interno dell’albergo.

14,55 – Al Arabiya: “Violenta sparatoria in corso”
Una violenta sparatoria è in corso nell’hotel. Lo riferisce la tv Al Arabiya.

14,54 – Steinmeier: “Liberati due ostaggi tedeschi”
Ci sono due tedeschi tra le 87 persone liberate. Lo ha reso noto il ministro degli Esteri tedesco, Frank-Walter Steinmeier, che in questo momento si trova in visita in Africa. Non è al momento noto se vi siano altri cittadini tedeschi ancora all’interno del Radisson.

14,35 – Proprietari: “Ancora 138 persone nell’edificio”
Nell’hotel ci sono ancora 138 persone. Lo rendono noto i proprietari della struttura alberghiera in un comunicato, nel quale si afferma che “in base alle nostre ultime informazioni 125 ospiti e 13 impiegati sono ancora nell’edificio”. “La nostra preoccupazione più grande è per la sicurezza dei nostri ospiti e degli impiegati nell’hotel – prosegue il comunicato – siamo in contatto costante con le autorità sul posto e divulgheremo ulteriori informazioni quando le avremo”.

14,32 – Media Usa: “Anche americani al Radisson”
Ci sarebbero anche americani tra gli ospiti dell’hotel Radisson di Bamako, in Mali, preso d’assalto dai terroristi. Lo riferiscono i media Usa.

14,12 – Ministro dell’Interno: “E’ in corso il blitz”
“E’ in corso il blitz delle forze speciali”, ha detto il ministro dell’Interno maliano, Salif Traore, parlando ai giornalisti davanti all’albergo. “I nostri soldati delle forze speciali sono in questo momento all’interno dell’hotel. Mentre vi sto parlando stanno setacciando l’edificio stanza per stanza”.

14,03 – Testimone: “Assalitori parlavano in inglese”
Il cantante guineano Sékouba Bambino Diabaté, liberato dalle forze di sicurezza maliane, ha raccontato di avere sentito gli assalitori parlare tra loro in inglese: “Li ho sentiti dire in inglese ‘L’hai caricato?’, ‘Andiamo'”.

13,40 – Air France annulla tutti i voli su Bamako
AirFrance ha annunciato di aver annullato tutti i voli di oggi da e verso Bamako. Nell’albergo si trovavano due piloti e dieci assistenti di volo della compagnia, che sono stati liberati.

13,32 – Ancora spari all’interno dell’albergo
“Gli assalitori sono ancora dentro. Di tanto in tanto sentiamo dei colpi d’arma da fuoco” ha detto un testimone all’esterno dell’albergo.

13,30 – Appello di Holland ai cittadini francesi
“I nostri cittadini nei paesi a rischio adottino precauzioni” ha detto il presidente francese.

13,27 – Salvi i 12 membri dell’equipaggio Air France
I 12 membri dell’equipaggio dell’Air France sono tra le decine di ostaggi liberati sani e salvi. Lo fa sapere l’Air France.

13,20 – Inviati 50 soldati delle unità speciali da Parigi
Circa 40 agenti del Gruppo d’intervento della gendarmerie nazionale francese (Gign) sono partiti per il Mali. Lo hanno riferito i media francesi citando il ministero dell’Interno di Parigi.

13,19 – Istituita unità di crisi all’ambasciata francese
Il ministro degli Esteri Francese Laurent Fabius ha detto che la Francia farà “tutto ciò che necessario” per combattere gli assalitori dell’hotel in Mali e che è stata istituita una “unità di crisi” presso l’ambasciata francese a Bamako.

13,14 – Dietro gli attacchi il gruppo jihadista Mourabitoun
Il gruppo jihadista al Mourabitoun – tra i cui fondatori c’è Mokhtar Belmokhtar, ex comandante di al Qaeda nel Maghreb – sarebbe responsabile dell’attacco in Mali, stando a testimoni citati dall’Anadolu. Secondo alcuni analisti, Al-Mourabitoun si sarebbe recentemente unito all’Isis – così come annunciato da Adnan Abu Walid Sahraoui. Belmokhtar lo ha però smentito. Circostanza che suggerisce l’ipotesi di una divisione all’interno della sigla jihadista. 

13,11 – Solidarietà di Hollande al Mali
“Ancora una volta i terroristi hanno voluto segnare la loro presenza barbara, in luoghi dove possono uccidere e impressionare. Dobbiamo dimostrare la nostra solidarietà al Mali, un Paese amico”, ha detto il presidente francese François Hollande, invitando i francesi a Bamako a raggiungere l’ambasciata e a mettersi al sicuro.

13,09 – Air France cancella volo Parigi – Bamaco
La compagnia aerea francese Air France ha fatto sapere che anche il volo AF 3852 delle 16.20 da Parigi a Bamako è stato cancellato.

13,07 – Militari Onu in appoggio alle forze lovali
I militari della missione delle Nazioni unite in Mali, Minusma, sono di appoggio alle forze di sicurezza locali a Bamako. Lo annuncia Minusma su Twitter, precisando di aver portato anche aiuti medici sul posto.

13,00 – Ottanta ostaggi liberati
Ottanta ostaggi dell’assalto all’hotel Radisson di Bamako sono stati liberati. Lo riferisce la tv pubblica maliana, citata dai media francesi.

12,57 – Francesi non escano dalle case
Le autorità francesi hanno chiesto ai propri cittadini presenti in Mali di restare in casa. Il ministero degli Esteri ha aggiunto che anche il liceo francese nella città è stato chiuso.

12,54 – Due o quattro assalitori
Il sito di “Jeune Afrique” cita un responsabile dell’albergo Radisson di Bamako secondo il quale i terroristi penetrati nell’edificio sono tra due e quattro e non una decina come era stato detto in precedenza. Sempre secondo la fonte, gli assalitori hanno cominciato la loro operazione dai sotterranei e si muovono di continuo tra i vari piani dell’albergo

12,47 – Air France cancella volo Bamako – Parigi
La compagnia aerea francese Air France ha fatto sapere di avere cancellato il volo di questa sera AF 3852 da Bamako a Parigi. La compagnia, tramite un portavoce, non ha confermato che tra le persone prese in ostaggio dal commando armato ci siano suoi dipendenti, dicendo che la verifica delle informazioni era in corso.

12,43 – Venti indiani tra gli ostaggi
Almeno venti indiani sono nell’hotel. Lo riferisce il Times of India scrivendo che il governo indiano sta monitorando la situazione.

12,33 – Sette i turisti cinesi in ostaggio
Fonti ufficiali cinesi riferiscono che sono almeno 7 i turisti cinesi presi in ostaggio all’interno dell’albergo.

12,32 – Liberati 50 ostaggi
Sale a 50 il numero degli ostaggi liberati in seguito al blitz delle forze speciali maliane. Lo riporta l’agenzia turca Anadolu.

12,29 – Rilasciati cinque ostaggi turchi
Cinque dei sette membri dell’equipaggio della Turkish Airlines presi in ostaggio sono stati rilasciati. Lo ha riferito il sito del quotidiano turco Hurriyet, precisando che le altre due persone restano nelle mani degli assalitori.

12,13 –  I terroristi si spostano “piano per piano”
Gli assalitori si stanno muovendo “piano per piano” del Radisson Blue Hotel di Bamako. Lo riportano fonti della sicurezza citate dai media locali.

12,12 – Le prime dichiarazioni di un ostaggio
“Ho visto dei cadaveri. È orribile”. Sono le prime parole di uno degli ostaggi liberati dopo l’assalto dei terroristi, secondo quanto riferisce France 24.

12,10 – Jihadisti di Ansar Dine dietro l’attacco
Al Jazeera riferisce che i terroristi che hanno attaccato l’hotel Radisson di Bamako sono jihadisti di Ansar Dine.

12.04  Forze speciali americane all’interno dell’hotel
Secondo “fonti Onu” citate dal sito panafricano Jeune Afrique, “forze speciali americane sono all’interno dell’hotel Radisson Blu”

12,02 – Venti ostaggi liberati
Sale a venti il numero degli ostaggi finora liberati.

11, 58 – Due maliani e un francese tra le vittime
Sono due maliani e un francese le vittime finora dell’attacco. Lo riferisce un funzionario Onu citato dalla Cnn.

11,50 – I militari maliani assaltano l’hotel
Le forze militari maliane stanno assaltando l’hotel Radisson dove sono barricati i terroristi con gli ostaggi. Lo riferiscono media locali.

11,46 –  Tre morti e 15 ostaggi liberati
Almeno tre degli ostaggi tenuti dai terroristi sono stati uccisi mentre sono 15 quelli finora liberati: è quanto scrivono vari media fra cui France 2.

10, 35 – Sei dipendenti turchi tra gli ostaggi
La compagnia aerea turca Turkish Airlines fa sapere che ci sono sei suoi dipendenti tra le persone prese in ostaggio. Lo ha fatto sapere il governo di Ankara.

11,32 – Turisti cinesi tra gli ostaggi
Diversi turisti cinesi sarebbero rimasti all’interno dell’hotel sbarrato dagli assalitori. Lo riporta l’agenzia cinese Xinhua.

11,30 – Cittadini francesi tra gli ostaggi
Secondo la testata francese Bfmtv cittadini francesi sarebbero tenuti in ostaggio nell’hotel.

11,26 – Gli assalitori urlavano “Allah akbar”
I circa 10 assalitori dell’albergo hanno urlato “Allah akbar” mentre sparavano. Secondo il Rezidor Group che gestisce l’albergo gli aggressori sarebbero stati due.

11,23 – Ferite due guardie di sicurezza dell’albergo
Due guardie di sicurezza private dell’albergo sono state ferite nell’attacco. Lo ha fatto sapere una persona incaricata dei servizi di sicurezza dell’hotel.

11,17 – Liberati alcuni ostaggi
Alcuni ostaggi sarebbero stati liberati dal commando responsabile dell’attacco, lo riferisce la tv satellitare al-Arabiya, che cita una fonte della sicurezza maliana. Non è chiaro quante siano le persone liberate.

11,14 – Personale Air France nell’albergo
Oltre ai militari Onu il quotidiano francese Liberation riferisce che al piano dove è avvenuto l’attacco “si trovano le camere utilizzate dal personale di volo dell’Air France”.

11,07 – Rilasciato chi sa il Corano
Il commando armato che ha preso d’assalto l’hotel nel centro di Bamako, in Mali, ha rilasciato alcuni ostaggi, tra i quali quelli che sanno recitare versetti del Corano. Lo riferisce una fonte della sicurezza maliana.

10,58 – Fonti locali: “Ci sarebbe un morto”
Secondo il sito di notizie locale Depeche Du Mali, ci sarebbe anche un morto. Al momento diversi feriti sono stati evacuati in ambulanza. Il commando che ha assaltato l’hotel Radisson Blue sarebbe composto da una dozzina di persone.