“Nel frattempo io riconosco la mia bici con sopra un magrebino di m… la mia bicicletta”. La cronaca di un furto è di Elena Donazzan, assessore all’Istruzione e alla Formazione della giunta regionale del Veneto, guidata da Luca Zaia (Lega Nord). Un racconto consegnato a un post di facebook nel quale poi l’assessore racconta di aver inseguito i ladri e di averli bloccati anche grazie all’intervento di alcuni “patrioti” (così li definisce) che riescono a recuperare la refurtiva. “Diciamo che i magrebini non avranno più tanta voglia di rubare le nostre bici se avranno il dubbio che vi sia un Patriota Camerata pronto a farsi giustizia” si conclude il post dell’assessore.

Ore 2345. Io e Vittorio usciamo dal ristorante in centro a San Remo. Amarissima sorpresa! Ci hanno rubato le…

Posted by Elena Donazzan on Mercoledì 12 agosto 2015

Parole che, tra gli utenti di facebook, hanno suscitato commenti di soddisfazione e sostegno, ma anche critiche, polemiche e richieste di scuse. In realtà la Donazzan – 43 anni, assessore da 10, ex An ora in Forza Italia – si è limitata a scrivere un secondo post nel quale ha dato la colpa di quella sua uscita alla rabbia. “Alle anime belle che si sono scandalizzate per il linguaggio – ha scritto – voglio solo dire che ero molto, ma molto arrabbiata”.

Alle anime belle che si sono scandalizzate per il linguaggio, voglio solo dire che ero molto, ma molto arrabbiata….

Posted by Elena Donazzan on Giovedì 13 agosto 2015