Silvio Berlusconi ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano per un aggravarsi dell’uveite . A confermarlo è stato il medico curante dell’ex Cavaliere Alberto Zangrillo. L’ex premier si trova nella sua casa di Arcore. La decisione del ricovero è stata presa dopo un controllo fatto stamattina dall’oftalmologo Francesco Bandello.
“Prevediamo che non sarà un ricovero brevissimo – ha spiegato Zangrillo -, ma non si deve declinare questo con strane rivisitazioni. Non c’è niente di non detto. E’ un problema oftalmico”. L’uveite è una malattia cronica, che può essere soggetta a ricadute. A quanto apprende l’agenzia ANSA, Berlusconi sarà sottoposto a una terapia sistemica e tenuto in osservazione per alcuni giorni.

Solo sabato pomeriggio il leader di Forza Italia aveva partecipato alla presentazione a Milano del libro di Micaela Biancofiore. E già in quell’occasione si era presentato con gli occhiali da sole per i problemi agli occhi: “Vi chiedo scusa per gli occhiali da sole – aveva spiegato alla platea l’ex premier – ma mi lacrima l’occhio sinistro: quella maledetta statuetta (l’aggressione a Milano nel 2009, ndr) mi ha fatto saltare quattro denti e quasi un occhio, l’uveite mi è tornata proprio ora”.

A marzo 2013, durante le udienze d’appello del processo Mediaset (per cui sarà poi condannato a 4 anni per frode fiscale), l’ex premier era stato ricoverato sempre al San Raffaele e sempre per la congiuntivite all’occhio. Tanto che i suoi legali avevano chiesto che fosse dispensato dalla presenza in aula per “legittimo impedimento”. La Corte d’appello di Milano aveva però disposto una visita di due medici fiscali che avevano invece affermato che non esisteva un “impedimento assoluto” alla sua partecipazione alle udienze.