Sentiva solo un forte mal di pancia, invece era incinta. Una suora salvadoregna di 32 anni ha partorito mercoledì a Rieti un bambino di circa 3 chili e mezzo, ma ha detto che non sapeva di essere in attesa. Il bebé si chiama Francesco. La religiosa è ricoverata in un’area riservata del reparto di ostetricia e vive da molti anni nel convento reatino di Campomoro dove le Piccole Discepole di Gesù gestiscono una casa di riposo per anziani. Terrà suo figlio, almeno così dicono in ospedale dove altre mamme ricoverate hanno fatto una colletta e raccolto indumenti per il suo bimbo. 

La religiosa è stata portata al San Camillo De Lellis con dolori addominali dall’ambulanza del 118. Poco dopo ha partorito un neonato. A quanto apprende l’Adnkronos Salute la notizia è stata accolta con stupore dalle consorelle. “Com’è possibile? Non potevamo immaginare una cosa simile”, hanno detto. “Non ci ha detto nulla – commenta una di loro – avevamo notato che era ingrassata, ma ultimamente si era chiusa molto anche con noi. Mercoledì mattina ha chiamato da sola l’autoambulanza, e noi ce ne siamo accorte perché era aperto il cancello. Ora con lei in ospedale c’è sua sorella che vive in Italia. Noi siamo qui ad accudire i nostri anziani”. Interviene anche la madre delle Piccole Discepole di Gesù del convento di Campomoro (Rieti), suor Erminia: “Ha fatto tutto da sola, non ha fatto nulla, non ci siamo accorte di nulla. Lasciateci in pace”. E sulla suora aggiunge: “Non ha saputo resistere alle tentazioni. Non ha fatto del male a nessuno, e proprio non riesco a capire perché ci sia così tanta attenzione attorno a questa storia”. 

Il parroco della parrocchia Regina Pacis di Rieti, don Fabrizio Borrello, non nasconde lo “sconvolgimento” della comunità di 40 mila abitanti che da oggi si è ritrovata al centro dell’attenzione e conferma che la religiosa si assumerà tutte le responsabilità di mamma. “Da quello che ho potuto capire – afferma il parroco all’Adnkronos – la suora si occuperà del suo bimbo. Immagino che dica la verità quando afferma di essere arrivata all’ospedale ignara della gravidanza. L’unica certificazione che si può dare al fatto è che si debba all’estrema semplicità della suora. Qualcuno – racconta il prete - ha ipotizzato che di recente la sorella fosse tornata nel suo paese natale”.

Il convento dove è di stanza la suora, come spiega don Fabrizio, funziona da casa di riposo per donne anziane. “Le suore, tutte di una certa età, sono sconvolte”, ammette il sacerdote che spiega che in Paese “non si parla d’altro. E sarà così a lungo”. Il sacerdote che conosce bene le sue anime si è fatto un’idea precisa di ciò che è accaduto: “Queste suore che arrivano da paesi molto poveri entrano in monastero un po’ sprovvedute. Pare che la suora non si sia mai confidata con nessuno e ho la netta sensazione che fosse veramente ignara di essere incinta”. Il sacerdote pone l’attenzione sulla nuova vita: “Il bimbo che ha dato alla luce è una creatura di Dio, rispetto per la vita umana. Il Papa per primo ci ricorda che, al di là degli errori, la dignità delle persone va rispettata”. 

Il sindaco di Rieti, Simone Petrangeli, sottolinea che ora è importante “tutelare la riservatezza delle persone coinvolte”. “Mi esimo dal dare giudizi – ha proseguito- e mi auguro che tutti lo facciano”. Quanto a eventuali iniziative di sostegno, il sindaco chiarisce che “se ce ne fosse bisogno lo faremmo, come facciamo per tutti”.