Il sisma in Emilia continua a colpire duramente i paesi della bassa modenese, e in particolare Cavezzo, Mirandola e Medolla. Edifici storici, abitazioni privati e capannoni industriali sono stati lesionati e crollati a seguito delle forti scosse di oggi delle 9.03 e delle 12.56. In rete e sui social network gli utenti da questa mattina hanno postato video e foto amatoriali per testimoniare l’intensità del terremoto che ha toccato magnitudo 5,8 della scala Richter. 

 A Cavezzo, come testimonia sotto il video di YouReporter, alcuni capannoni e tettoie della zona industriale sono crollati e le macerie sono cadute sulle macchine parcheggiate nei pressi degli edifici. 

Su YouDem è stato postato il video di un capannone di Mirandola crollato dopo la prima scossa delle 9.03. Tutti gli operai, che in quel momento erano al lavoro, sono scappati. La strada è stata chiusa subito dopo e sono arrivati i vigili del fuoco. Alcuni dipendenti riferiscono che nei giorni scorsi erano state effettuate le verifiche per l’agibilità a seguito delle quali l’attività lavorativa era ripresa regolarmente.

Sotto altre immagini da Mirandola dove nel corso di una diretta video la giornalista avverte una scossa fortissima.

 Il sisma è stato avvertito anche in centro a Bologna. Sotto le interviste di alcuni cittadini del capoluogo emiliano:

Infine un video amatoriale girato a Bologna da un utente all’interno della sua abitazione, mentre i vicini scendono in strada dopo le scosse della mattina.