Anziché farsi le paranoie sul profetizzato (sic) terremoto a Roma, non sarebbe meglio pensare e ripensare al sisma che ci ha colpito davvero?

Domanda retorica, a differenza de L’Aquila e di quel disgraziato 6 aprile di due anni fa. Ma c’è chi ha aiutato la ricostruzione, umana prima che strutturale, con la videocamera: non le tv generaliste, ma fromzero.tv. Che nel post terremoto ha raccontato la vita quotidiana di dodici aquilani della tendopoli di Centicolella: brevi documentari realizzati per la Rete, che hanno dato vita alla prima serie web italiana.

Ma non finisce qui: i produttori Move e Pulsemedia ora hanno raccolto i 25 migliori episodi in un Dvd, un piccolo diario di un lungo periodo che sotto la tenda ha trovato un’intera popolazione.
Di ogni copia venduta, acquistabile sul sito www.fromzero.tv, saranno destinati 3€ al supporto del Bibliobus, un piccolo autobus adibito a biblioteca che ha distribuito nelle tendopoli i libri donati ai terremotati e che oggi continua a offrire un servizio itinerante nei nuovi insediamenti cittadini, garantendo socializzazione e crescita collettiva.
Un’ultima domanda retorica: vogliamo dargli una mano?