Su Rocco’s world, il canale Youtube di Rocco Siffredi, viene lanciato un video “esclusivo”. Niente di meno che un messaggio a Silvio Berlusconi. Guardando fisso la webcamera e parlando in terza  persona, l’ex pornodivo più famoso d’Italia dice: “Rocco può veramente aiutarti .Che facesse una telefonatina a Rocco”. Sì, perchè Siffredi è convinto che l’attuale presidente del Consiglio abbia un problema serio di dipendenza dal sesso. “In Italia si parla molto si sesso e politica, ma soprattutto di sesso – esordisce – Io però voglio parlare solo di sesso”. Solo che i due temi sono inscindibili e infatti Rocco passa subito a parlare del premier: “Io e Berlusconi abbiamo qualcosa in comune, un legame molto stretto. E non parlo solo di sesso, ma di dipendenza”. Poi si rivolge ai suoi fan, quelli che vorrebbero “Rocco for President”: “Il vero presidente, quello che tromba di più, ce l’avete già”. L’ex pornodivo, nonostante la sua esperienza, è convinto che Berlusconi lo superi di gran lunga: “Io tromberò la metà della metà della metà di quello che tromba lui. Ragazzi, lui mi ha superato!”.

Siffredi si lascia andare a un’analisi politica, quasi filosofica: “Lui manifesta una vera perversione, quella di mettere come ministre delle veline, personaggi dello spettacolo mischiate a delle vere escort – ma non vere escort, quelle al top, escort low profile”. Insomma, per Rocco non c’è dubbio: “Lui, il presidente è il numero uno”. Ma dietro l’elogio si nasconde l’analisi più amara: “Quando riesci a fare questo, mescolare sesso e potere, vuol dire che il tuo senso di sesso, quello normale, quello che facciamo tutti, è stato oltrepassato da molto molto tempo”. Secondo Siffredi il premier vive in una dimensione irreale: “Io queste cose le vivevo nei film, invece lui riesce a farsi queste feste pazzesche, con un mix di tutto, dal buono al cattivissimo. Questo mix è quello che fa la perversione: la massima espressione del potere è far fare a chi vuoi tu quello che vuoi tu”. Ed ecco il messagggio finale, un vero e proprio invito a Berlusconi perché si rivolga a lui, l’ex pornodivo per uscire dalla dipendenza: “Il presidente ed io abbiamo qualcosa che ci accomuna: la dipendenza. Ve lo dice qualcuno che è stato veramente male per qualche anno per questa dipendenza. Io posso dare veramente a Berlusconi qualche consiglio, ho sofferto tantissimo quindi credo di poterlo aiutare”.