Un nuovo sgombero di rom a Milano. È iniziato questa mattina alle 7 nel campo di via Rubattino, nella periferia est del capoluogo lombardo, dove vivono abusivamente circa 250 persone accampate in un centinaio fra roulotte, baracche e tende. Le operazioni sono condotte dalla Polizia di Stato, affiancata dai vigili urbani e dai servizi sociali del Comune.

“La maggior parte sono donne, e bambini che lunedì prossimo dovrebbero andare a scuola”, ha detto protestando Assunta Vincenzi, una delle donne che avevano ospitato i bambini dopo lo sgombero dell’anno precedente. “Avevano iniziato un percorso in diverse comunità di recupero, e questo sgombero rischia di vanificare tutti gli sforzi”. Secondo quanto spiegato dalla polizia, nel campo nomadi sono stati trovati circa 150 immigrati romeni fra i 250 che vi vivevano abitualmente. La gran parte si è allontanata mentre una quarantina di stranieri è rimasta a parlare con i funzionari dei servizi sociali del Comune che prestano assistenza a donne e bambini. I minori sono 45.

Sempre secondo quanto reso noto dalle forze dell’ordine, le operazioni di rimozione delle baracche e di messa in sicurezza dell’intera area sono iniziate senza problemi e tensioni.