“L’unico modo per abbattere l’evasione fiscale non è l’obbligo di bancomat, il limite di spesa al denaro contante o la lotteria degli scontrini. L’unico modo è abbassare le tasse”. A dirlo, dal palco del Caffè de La Versiliana, a Marina di Pietrasanta, è stato il leader della Lega, Matteo Salvini. Che, come ricetta per combattere l’evasione, ha proposto la flat tax: “Un fisco giusto significa estendere la flat tax, una tassa semplice al 15%, di cui già oggi godono due milioni di lavoratori e lavoratrici con partita Iva, anche ad altre partite Iva e, nei mesi, ai lavoratori dipendenti, ai pensionati e alla famiglie, a partire da quelle che hanno un reddito di 50 mila euro lordi l’anno”. Nell’accordo in 15 punti siglato da Carroccio, Fratelli d’Italia e Forza Italia non si fa cenno alle misure al contrato dell’evasione fiscale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Elezioni, Calenda e Renzi come Berlusconi su inappellabilità sentenze d’assoluzione. Boschi: “Non siamo d’accordo con FI ma con Cartabia”

next