Maltrattamenti e violenze sessuali nei confronti di alcuni pazienti ricoverati nella Rsa di Manfredonia, nel Foggiano. A scoprirli la polizia di Stato di Foggia, che ha eseguito un’ordinanza di arresti domiciliari per quattro operatori socio sanitari. Le indagini della Squadra Mobile sono scattate dopo che al commissariato di Manfredonia è arrivata una lettera anonima che riferiva di presunti episodi di maltrattamenti. All’interno della busta c’era anche una chiavetta Usb contenente un file audio video sul quale erano state registrate le urla di un’anziana donna. Come si vede nel video, gli investigatori hanno installato all’interno della struttura alcune ‘cimici’ e telecamere nascoste.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pescara, il video dell’agguato in centro: il killer col casco integrale entra nel dehors e spara a bruciapelo

next
Articolo Successivo

Truffa milionaria sul reddito di cittadinanza: un arresto e almeno 4 indagati, nel mirino anche un Caf di Torino

next