Inizia la campagna elettorale e tornano i soliti cavalli di battaglia. Mentre Silvio Berlusconi scalda i motori promettendo meno tasse e aumento delle pensioni a mille euro, il leader della Lega riapre il cassetto e rispolvera i temi da competizione elettorale. In primis sicurezza (ci sono “baby gang ovunque”), autonomia e, ovviamente, immigrazione. Su Twitter scrive della necessità di “tornare a difendere i confini italiani dopo i ripetuti fallimenti della Lamorgese“: chi lo farà? “Il prossimo ministro dell’Interno. Voi che ne dite Amici?”, chiede ai suoi follower postando una sua foto, sullo sfondo un barcone di migranti e la frase “Torna la sicurezza, torna il coraggio”. Un post che sembra quasi un’autocandidatura al ruolo di capo del Viminale, incarico che lo stesso ha ricoperto già nel governo gialloverde.

Sbarchi continui non solo a Lampedusa“, sottolinea in tv a poche ore dalle dimissioni di Draghi e lo scioglimento delle Camere. “Sull’assunzione delle forze dell’ordine, sulla certezza delle regole, sulle espulsioni per chi non merita saremo assolutamente intransigenti”. Afferma in diretta nell’edizione serale del Tg1 di giovedì. Un’intervista che ripropone un altro aspetto caro al leader del Carroccio: le figure sacre. Questa volta niente rosario da mostrare e baciare, ma una parete dietro le spalle che espone, tra due bandiere tricolore, un crocifisso e diverse immagini di santi, madonne e arcangeli. Il tempo sembra essersi fermato: in realtà c’è pure un calendario del 2020. Grandi classici che fanno esplodere la rete con commenti ironici e meme: dal Salvini-suora al Mago Salvino, l’astrologo osteopata.

E non manca neppure l’attacco alle Ong. Sui social Salvini riposta un commento di Luca Casarini, capo missione della ong Mediterranea Saving Humans, che lo aveva definito “pallone gonfiato” scrivendo anche “ci vediamo presto”. Il leader della Lega così risponde “Che dite, questo gentiluomo dei centri social, insulta o mi invita a un aperitivo?”. Al botta e risposta Casarini replica con un “Aperitivo, certo. Facciamo al Papeete?”. La corsa alle elezioni politiche del 25 settembre è solamente iniziata.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Renzi e il retroscena sulla caduta del governo: “Franceschini e Speranza volevano fare un Conte ter guidato da Draghi”

next
Articolo Successivo

Berlusconi promette di piantare un milione di alberi l’anno. Ma fa una figuraccia: “Pnrr e G20 ne prevedono già 6 milioni in tre anni”

next