E si parla anche di Paolo borsellino in Illegal. A trent’anni dalle stragi di Capaci e via D’Amelio, questa agenda speciale intende parlare ai ragazzi raccontando loro la storia dei grandi uomini che hanno combattuto contro la mafia sacrificando la propria vita per un’idea di giustizia. Illegal – nella doppia versione nera e rossa – non è un semplice diario, ma è un’agenda tascabile ricca di contenuti extra attraverso i quali propone riflessioni, quiz e azioni concrete per diffondere la legalità. Un prodotto unico nel suo genere che si pone l’obiettivo di coltivare la memoria e diventare un oggetto di quotidiana consapevolezza e impegno civile attraverso le storia narrate dall’App NOma – Luoghi e storie NOmafia, nata da un’idea di Tiziano Di Cara con coautore Piergiorgio Di Cara. Parte dei proventi delle vendite saranno destinati a Sulle nostre gambe, l’associazione culturale composta da Pif, Emanuela Giuliano, Roberta Ianni e Tiziano Di Cara che ha ideato e realizzato l’app NOma.

Illegal sostiene il progetto NoMa Picciriddi,
storie di bambini vittime di mafia.
(Pif)

Articolo Precedente

Il linguista Luca Serianni in gravi condizioni, è stato investito da un’auto mentre era sulle strisce pedonali

next
Articolo Successivo

I consigli definitivi per i libri dell’estate (così evitate di bussare sulle copertine come meloni)

next