A parlare di Borsellino è un suo amico: l’ex procuratore nazionale antimafia Piero Grasso. Quest’ultimo ha visto con i proprio occhi la storia della mafia, ha vissuto il maxi processo, ha provato il terrore di essere ammazzato. In questo libro partendo da alcuni documenti, si ripercorre un pezzo di storia italiana e descrive le figure di Falcone e Borsellino, attraverso la voce di un uomo che ha lavorato accanto a loro e che li racconta ai ragazzi per andare oltre lo stereotipo dell’eroe e scoprire chi fossero realmente. Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Nessuno dei giovani che Pietro Grasso incontra oggi, quando racconta alle platee di ragazzi la propria esperienza di lotta alla mafia, era nato quando Falcone e Borsellino furono assassinati, eppure tutti sanno chi sono e riconoscono nei due giudici un esempio da seguire ancora oggi. Età di lettura: 10 anni.

Articolo Precedente

Il linguista Luca Serianni in gravi condizioni, è stato investito da un’auto mentre era sulle strisce pedonali

next
Articolo Successivo

I consigli definitivi per i libri dell’estate (così evitate di bussare sulle copertine come meloni)

next