“Il reddito di cittadinanza è finito anche a chi è in galera perché non è possibile verificare i dati con il ministero di Grazia e Giustizia. La stessa cosa è successa con il Covid, ed è incredibile, allucinante. Noi parliamo di digitalizzazione, ma siamo ancora in un’era molto, molto analogica”. Lo ha detto Beppe Grillo, intervenendo a sorpresa al convegno sul Metaverso organizzato dal M5S al tempio di Adriano, dove ha preso il microfono prima dell’intervento del leader del Movimento, Giuseppe Conte. “Fate progetti e dateli a me che ve lo distruggo”, ha poi scherzato con i tecnici in sala invitandoli ad usare un linguaggio più vicino ai cittadini: “Ai miei figli ho detto che venivo a un convegno sul Metaverso, mi hanno detto ‘non serve a un ca..o”. Poi la battuta rivolta a Giuseppe Conte, presente in sala: “Un progetto su questo lo abbiamo da tempo, l’ho dato a tutti, eppure siamo al governo. L’ho dato anche a Conte, ma darlo a lui è come buttarlo dalla finestra

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, Grillo arriva al Senato: “Se rimaniamo al governo? Ma certo” – Video

next
Articolo Successivo

Covid, Ricciardi: “Avremo un ottobre terribile e un aumento pazzesco della mortalità tra tutti i fragili. La campagna vaccinale ormai si è fermata”

next