Un operaio di 59 anni è morto, dopo essere stato ricoverato in condizioni gravissime all’ospedale Niguarda di Milano, a causa di un incidente sul lavoro: il terminale di un braccio di una gru, che si è spezzato per motivi ancora da accertare, lo ha colpito. L’incidente è avvenuto alle ore 9 di sabato 25 giugno, in via Prina, all’angolo con via Manfredini, non lontano dall’Arco della Pace. Sul posto sono intervenuti un’automedica e un’ambulanza, i vigili del fuoco e la polizia locale. La parte di gru è precipitata da un’altezza di 15 metri. L’uomo era socio di una ditta che ha in subappalto i lavori di ristrutturazione di un sottotetto della zona. La Procura sta indagando e ha sequestrato la gru.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ritrovato il bambino di 9 anni che si era perso nei boschi del Bellunese: ha passato la notte all’addiaccio, ma sta bene

next
Articolo Successivo

Siccità, le misure di emergenza del Comune di Milano: stop alle fontane, chiuse le porte dei negozi, temperature a 26 gradi in case e uffici

next