“Spero che questo flusso di soldi che arriverà con il Pnrr serva per riscrivere la storia del Sud e che non finisca nelle mani dei mafiosi”. È questo l’appello al governo lanciato da Maria Falcone, presidente della fondazione Falcone, nel corso del convegno “Il ruolo della finanza nella lotta alla mafia” all’auditorium Gaber di Milano. “Per proteggere i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza, semplifichiamo le procedure, miglioriamo il sistema di contrasto alle infiltrazioni, rafforziamo i controlli – ha risposto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, intervenendo dal palco – ampliamo gli strumenti a disposizione dei prefetti, come la prevenzione collaborativa, senza creare nuovi ostacoli per le imprese”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, Conte: “Giarrusso? Mi ha sempre chiesto poltrone, non ma ha mai manifestato dissenso. Ora lasci l’incarico da europarlamentare”

next
Articolo Successivo

Ucraina, Conte: “Sorpreso dal no della Lega all’intervento di Draghi in Senato, ci sono pacifisti della domenica”

next