L’Aula del Senato ha respinto la richiesta presentata dal Movimento 5 stelle di modificare il calendario deciso dalla Conferenza dei capigruppo, perché il presidente del Consiglio, Mario Draghi, riferisse prima del Consiglio straordinario Ue, richiesta appoggiata anche da Fdi e Cal che già l’avevano formulata in Capigruppo. “Riteniamo che il premier debba passare in Parlamento per concordare la linea da portare in Europa” ha detto la capogruppo del M5s al Senato, Mariolina Castellone, intervenendo in aula a palazzo Madama. Tra i contrari Italia Viva: “Credo che sia abbastanza grave che una forza di maggioranza decida di votare contro il calendario. Io voterò il calendario proposto concordato con il ministro D’Incà che è un esponente dei 5 Stelle. Spero che M5S faccia altrettanto” ha detto il capogruppo Iv al Senato, Davide Faraone, in aula al Senato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il capolista della Lega a Sesto San Giovanni è l’uomo dei rapporti con Russia Unita: fu lui, insieme a Savoini, a presentare Salvini a Putin

next
Articolo Successivo

Governo, Di Maio: “Ci sono delle fibrillazioni ma non ci possiamo permettere un Papeete 2”

next