“Venerdì mattina, in Friuli, ho sottolineato la inaccettabilità, specie per i più giovani, di dover associare la prospettiva del lavoro con la dimensione della morte. Vanno incentivate le esperienze e le buone pratiche che, come in quella Regione, si propongono la stipula di protocolli tra imprese e sindacati con l’obiettivo “Zero morti”. Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella parlando al Quirinale in occasione della Festa del lavoro e ricordando nel suo discorso la morte di Lorenzo Parelli morto a 18 anni durante uno stage in azienda. Venerdì 29 aprile, il presidente aveva visitato proprio l’istituto di Udine frequentato dal giovane e da lì aveva lanciato l’allarma: “Continuiamo a registrare lavoro irregolare, che talvolta varca il limite dello sfruttamento, persino della servitù”

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Uno maggio libero e pensante”, torna il concertone evento di Taranto: segui la diretta

next
Articolo Successivo

Primo maggio, Landini: “Bonomi quali fabbriche frequenta? Vanno aumentati i salari, folle che un dirigente guadagni 1000 volte un operaio”

next