La moda raccontata con il linguaggio del cinema. Così si presenta ‘Call to the Wild’, il fashion film tutto italiano prodotto da Franz Kraler, realizzato e distribuito dalla casa di produzione West 46Th Films di Alessandro Parrello, per la regia e sceneggiatura di Arturo Delle Donne, che entra in concorso al Los Angeles Italia Film Fashion and Art Fest dal 20 al 26 marzo. La manifestazione, che si svolge ogni anno a Los Angeles presso il Chinese Theater e ospita star del cinema italiane e internazionali, gode del patrocinio del ministero degli Esteri, del ministero dello Sviluppo Economico e della Hollywood Chamber of Commerce ed è organizzato con la partecipazione de Consolato Generale Italiano, dell’Ice e dell’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles.

Stile, cinema e natura sono i tre elementi cardine del fashion film girato sulle suggestive montagne di Dobbiaco che ci porta ai confini dell’Italia più incontaminata e selvaggia, ai piedi delle Dolomiti, nella quale i cinque protagonisti di diverse etnie si perdono, tra lupi e animali notturni, per ritrovare se stessi e rinascere con una nuova consapevolezza. Tra le maison italiane all’interno del film spiccano Gucci, Valentino, Prada e Moncler, solo per citarne alcune. Il cortometraggio verrà proiettato in streaming sulla piattaforma MyMovies.it, partner del Festival, in contemporanea con gli Usa, e sarà fruibile per la sola durata del Concorso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Oscar 2022, i migliori film in lingua straniera. Sorrentino (stavolta) non parte favorito. Chi sono i candidati alla statuetta

next
Articolo Successivo

Morto Gianni Cavina, addio all’attore cult di Pupi Avati e interprete de L’ispettore Sarti: aveva doti di istrionismo uniche, si è spento a 81 anni

next