Si chiama Underwater il nuovo album di Ludovico Einaudi. Esce per Decca e sono 12 tracce nate durante il lockdown: “Avevo appena finito un lungo tour in Asia e in Australia e stavo passando una vacanza con la mia famiglia in montagna. Siamo rimasti isolati, lì e poi nelle Langhe. Ma era una situazione che conoscevo già: in un certo senso, per il mio album precedente mi ero creato un autolockdown, fatto di passeggiate e del desiderio di scomparire nella tormenta…. Nel 2020 non ce n’è stato bisogno, perché a fermarsi è stato tutto il mondo. La mia testa ha cominciato a ossigenarsi, a liberarsi da quello che la opprimeva: in qualche modo, è stato come entrare in un paradiso terrestre. E intanto arrivavano notizie curiose. I pesci che tornavano in laguna, l’inquinamento che diminuiva nelle città: tanto da far pensare che, in fondo, basterebbe consumare di meno”. Musica che “porta in un’altra dimensione”, spiega ancora il compositore a La Stampa, “che contiene nel Dna un certo distacco dalla terra, nonostante si nutra di sentimenti molto umani. Vola in alto. O, se preferisce, sott’ acqua. Ho una natura abbastanza astratta…”. Qualche parola sulla ‘ripresa’ del rock con gli italiani Maneskin: “Apprezzo la professionalità e la presenza scenica dei Maneskin, ma temo di conoscere, del loro lavoro, soltanto le cover. Mi pare che si rapportino a uno stile molto codificato, che insomma non si applichino alle novità. Io, invece, mi concentro su una scrittura originale, che tende a rinnovarsi continuamente”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Meat Loaf, addio al ‘polpettone’ che diede un’eloquenza wagneriana al rock made in Usa

next
Articolo Successivo

Sanremo 2022, Rettore: “Sono cresciuta dalle suore a suon di calci in culo ma le Suore sono una presenza per me positiva. Peccato che la Curia si mise di mezzo”

next