Aggredita e ferita per aver chiesto l’utilizzo della mascherina Ffp2. L’episodio che ha riguardato una capotreno è avvenuto ieri. Alcuni minorenni che si sono rifiutati di indossare la mascherina – obbligatoria sui mezzi pubblici come prescritto dall’ultimo decreto governativo – hanno reagito con degli spintoni all’invito a farlo. L’aggressione, riportata dal Resto del Carlino, è avvenuta su un convoglio della linea Mantova-Modena, all’altezza della stazione di Carpi (nel Modenese). La vittima dell’assalto fisico e verbale, è stata soccorsa da un’ambulanza e portata all’ospedale Ramazzini di Carpi.

In base a quanto ricostruito, il gruppo di ragazzi, minorenni, indossava la mascherina chirurgica e si è rifiutato di indossare la Ffp2. Il treno si è dovuto fermare a Rolo (nel Reggiano) dove alcuni dei ragazzi coinvolti sarebbero stati fatti scendere. La situazione sarebbe poi nuovamente degenerata al punto che, arrivato a Carpi, il treno è stato cancellato e sono intervenuti Polfer, polizia locale e 118. La capotreno è stata portata al pronto soccorso per lievi lesioni. Al vaglio le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza per individuare i responsabili.

Foto di archivio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, il report sugli ospedali sentinella: “Ricoverati non vaccinati aumentati del 46%: in rianimazione il 71% pazienti sono no vax”

next