Un appello globale alle Nazioni Unite per fissare un prezzo minimo sulle emissioni di CO2. È quello che Marco Cappato, attivista politico e Presidente del movimento paneuropeo di cittadini Eumans, con cui è impegnato sul tema della sostenibilità, ha presentato durante l’audizione alla Commissione petizioni del Parlamento europeo. Cappato è stato audito in quanto promotore della Iniziativa dei cittadini europei “StopGlobalWarming.Eu”, per fissare un prezzo minimo alle emissioni di CO2. “Chiediamo al Parlamento europeo di unirsi a noi nel chiedere all’Ue di rafforzare la sua posizione di leader mondiale nella lotta ai cambiamenti climatici promuovendo l’adozione di un sistema di carbon pricing globale”, dice Cappato durante l’audizione.

L’iniziativa StopGlobalWarming.Eu, promossa da “Eumans”, è stata elaborata sulla base di un’idea di 27 premi Nobel, e sostenuta da una rete di personalità internazionali e istituzionali (come l’ex presidente dell’Assemblea Generale dell’ONU Mogens Lykketoft, l’Alto Commissario per i Diritti Umani Navi Pillay, tre Consiglieri Europei Vytenis Andriukaitis, Violeta Bulc ed Emma Bonino), una rete di oltre 100 Sindaci italiani ed europei (tra i quali quelli di Roma, Milano, Torino, Firenze, Napoli, Bari, Bergamo, Palermo, Dublino e Monaco di Baviera), così come molti personaggi della cultura e dello spettacolo. Ora è diventata un appello globale. “Chiediamo all’Unione europea di promuovere un accordo internazionale per un “carbon pricing” globale, un’idea lanciata da 24 Premi Nobel e sostenuta, grazia alla nostra iniziativa, da 100 Sindaci di tutta Europa e due ex-Presidenti dell’assemblea generale dell’ONU”, ha dichiarato Marco Cappato, presidente di Eumans. “In tempo di emergenza climatica globale, chiediamo alle Nazioni Unite di introdurre un accordo globale per scoraggiare il consumo di combustibili fossili, incoraggiare il risparmio energetico e l’uso di fonti rinnovabili per combattere il riscaldamento globale e limitare l’aumento della temperatura a 1 ,5°C”.

La rappresentante della Commissione europea, intervenuta nel corso dell’audizione di Cappato, ha confermato il sostegno della Commissione a parte delle proposte, in particolare per il rafforzamento dell’attuale sistema di mercato delle emissioni (ETS, Emission Trade System) e a favore di un dazio all’importazione di Paesi che non tassano le emissioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Green pass, il tribunale Ue sospende l’obbligo per 5 eurodeputati che avevano fatto ricorso: “Ma per entrare in Parlamento serve un test”

next
Articolo Successivo

Covid, Ue firma contratto con l’azienda Valneva per l’acquisto di 27 milioni di dosi nel 2022

next