“Da parte dei leader c’è stato un grande impegno, il centrodestra ha avuto una partecipazione dei leader nazionali maggiore rispetto al centro sinistra, credo che i partiti locali siano stati pigri e non ci abbiano creduto fino in fondo, mi aspettavo di più”. Lo ha dichiarato Paolo Damilano, candidato del centrodestra a Torino, ha commentato i risultati del ballottaggio che lo vedono sconfitto a favore dell’avversario del centrosinistra Stefano Lo Russo. “Ci siamo sentiti, mi sono congratulato e gli ho detto che da parte mia si deve aspettare un’opposizione sinergica e costruttiva. Non credo che non abbia funzionato nulla se non che non siamo riusciti a essere da stimolo per i disillusi della politica

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni 2021, a Torino vince Lo Russo: la festa al comitato tra applausi e foto. Fassino: “Politica deve fare i conti con astensionismo”

next
Articolo Successivo

Elezioni a Varese, Galimberti dopo la vittoria al Fatto.it: ‘Dal centrodestra solo slogan’. Bianchi: ‘Fdi assente? I cittadini votano i candidati sindaci’

next