La giornalista Maria Ressa, premio Nobel per la Pace, racconta il suo lavoro e le difficoltà quotidiane: “Viviamo sulle sabbie mobili, potremmo essere oscurati ogni giorno. In due anni sono stati presentati 10 mandati di arresto contro di me. Lavoriamo esercitando i valori presenti nella costituzione filippina”

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Non solo oppio, Talebani e Stato Islamico guadagnano centinaia di milioni anche con il commercio del pregiatissimo talco afghano

next
Articolo Successivo

Spagna, nella maxi legge di bilancio misure per i giovani: dai sussidi per l’affitto al buono cultura

next