Il Premio Nobel per la Pace 2021 è stato assegnato, a Oslo, ai giornalisti Maria Ressa e Dmitry Muratov “per i loro sforzi nel proteggere la libertà di espressione, condizione necessaria per salvaguardare la democrazia e una pace duratura”. Maria Ressa è una giornalista di origini filippine, tra i fondatori del sito Rappler, e negli ultimi anni è stata molto critica nei confronti dei metodi autoritari del presidente filippino Rodrigo Duterte. Anche Dmitry Andreyevich Muratov, tra le penne più influenti di Novaya Gazeta, è noto per avere in più occasioni criticato il presidente russo Vladimir Putin per le numerose inchieste sui casi di corruzione nel Paese

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Afghanistan, Massive Attack e il fotoreporter Giles Duley insieme per Emergency: in un video le storie dei feriti civili della guerra

next