“Vogliamo che i cancelli di questi summit siano aperti anche alle persone”. Lo dicono le attiviste e gli attivisti della rete Rise Up 4 Climate Justice che questa mattina sono arrivati a pochi metri dalla sede della Pre Cop26 e sono stati respinti dalle forze dell’ordine. Come si vede dalle immagini, ci sono stati momenti di tensione con carabinieri e polizia fuori dal centro congressi di Milano, il Mico, dove era in corso la giornata conclusiva della Youth4Climate.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nella Milano del 2050 maschere antigas per uscire di casa. È il flash mob di Legambiente: “Servono politiche ambientali più coraggiose”

next
Articolo Successivo

Greta di lotta o di governo, il dilemma dei Fridays for Future

next