”Io non mi sono spiegata bene, anche se chi ha visto tutta la puntata ha capito perché era una causa sulla rabbia al femminile, con una psicologa in studio, con tutto ciò che poteva fare da contorno a questo tema. Io non mi sono spiegata bene e quindi mi sono scusata con il pubblico e con l’azienda, se uno sbaglia a parlare sbaglia”. Dopo le polemiche dei giorni scorsi, Barbara Palombelli fa dietrofront e, intervenendo in diretta i microfoni di No stop news su Rtl 102.5, si scusa per le sue dichiarazioni sul femminicidio fatte durante la trasmissione Lo Sportello di Forum, su Rete 4. ”Non ho autori, non ho auricolari, quindi ho sbagliato io, me ne assumo la responsabilità, e mi sono scusata. In molti hanno capito il senso di ciò che volevo intendere e ho ricevuto molti attestati di solidarietà – dichiara la giornalista -. Ciò che sottolineavo è che è importante comprendere cosa accade prima del femminicidio, se qualcosa si può arginare prima di questo evento fatale. Dobbiamo chiederci cosa succede se il tuo amore diventa il tuo aggressore o il tuo assassino, quali comportamenti possiamo bloccare prima che la rabbia diventi violenza”.

E ancora: ”Dobbiamo capire cosa succede nella mente di queste persone – prosegue Barbara Palombelli – e come disinnescare la rabbia prima di arrivare al femminicidio. Moltissimi di loro arrivano a togliersi la vita, il tema vero è che tipo di rapporto si instaura fra vittima e carnefice e parlare di questo può evitare altre vittime”. Quanto alle polemiche sui social, la conduttrice afferma che ”a livello personale, penso dobbiamo imparare da tutto, anche da ciò che è accaduto: c’è stata una mia mancanza, ma in questo Paese cosa sta accadendo? Da un lato sembra essere diventato super permissivo, dall’altro assistiamo all’odio che colpisce, al branco che parte con la violenza e con l’istigazione all’odio contro di me. Anche Loretta Goggi, che è immacolata, è stata attaccata sui social. Io ho una mia corazza ma molte persone possono restare schiacciate, come tante ragazzine che restano vittime del bullismo online”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“The Ferragnez”, su Prime Video arriva la serie di Chiara Ferragni e Fedez: ecco tutti i dettagli

next
Articolo Successivo

Morto Nicolas Lorenzo Vona, il 29enne perde il controllo dell’auto e si schianta: lavorava per Amici di Maria De Filippi e Uomini e Donne

next