Da 6mila a quasi 14mila. In neanche 24 ore. Sono più che raddoppiate le adesioni alla campagna vaccinale in Lombardia e per tutti non è altro che l’effetto della prossima introduzione dell’obbligo di green pass per tutti i lavoratori pubblici e privati. I numeri comunicati dal settore Welfare della Regione, del resto, sono difficilmente equivocabili: il 15 settembre ci sono state 6.231 prenotazioni, il 16 sono diventate 13.791 e a metà del pomeriggio di oggi erano già 11.539, con dati ancora parziali e a due terzi della giornata. E il motivo di questa progressione non può che essere legato all’introduzione dell’obbligatorietà del certificato verde, che entrerà in vigore ufficialmente il prossimo 15 ottobre.

Nel frattempo, anche la situazione dei nuovi contagiati da Covid19 continua a essere rassicurante. A fronte di 40.119 tamponi effettuati, infatti, sono 320 i nuovi positivi (0,8%) in Lombardia. I decessi sono 2, per un totale di 33.979 morti dall’inizio della pandemia. In chiaroscuro, invece, i dati dei ricoveri: i pazienti in area medica sono 427 (-10 rispetto a ieri) e ammontano a 59 quelli in terapia intensiva (+2 nelle ultime 24 ore). Il dato complessivo dei test effettuati è di 14.342.711 da inizio pandemia. Varese è la provincia lombarda con più casi nelle ultime 24 ore, cioè 97. Al secondo posto Milano, con 85 nuovi contagi, di cui 35 registrati in città. Questo il quadro delle altre province: Brescia 44; Monza e Brianza 21; Pavia 19; Mantova 17; Cremona 14; Lodi 14; Lecco 10; Bergamo 8; Sondrio 8 e Como 6. Ancora in calo il tasso di positività: è allo 0,8%. Il tutto a distanza di tre mesi dall’entrata della regione in zona bianca, come confermato oggi dal monitoraggio settimanale del ministero della Salute e Iss. Regione Lombardia, tra l’altro, ha spiegato che il tasso di incidenza per 100mila abitanti si attesta su 35, quindi sotto il limite di 50, mentre i posti letto in area medica sono al 7% (sotto la soglia del 15) e quelli in terapia intensiva al 4% (sotto la soglia del 10). “Sono convinto che tutto questo sia merito dei cittadini lombardi che hanno saputo rispondere con grande responsabilità e senso civico alla pandemia che ci ha travolti per primi in Europa – ha commentato il presidente della Regione, Attilio Fontana – Lo dimostra la grande adesione alla campagna vaccinale e i comportamenti virtuosi che tutti continuano ad osservare anche ora che i contagi appaiono sotto controllo”.

Per quanto riguarda le immunizzazioni, del resto, “l’87% dei lombardi ha aderito alla campagna vaccinale, l’81% ha già completato la vaccinazione e da lunedì 20 settembre siamo pronti per partire con le terze dosi dedicate alla protezione delle persone più fragili e a rischio” ha scritto su Facebook Fontana, secondo cui sono “dati molto positivi e concreti per contrastare le nuove ondate Covid, evitare chiusure ed occuparci della ripresa economica che in Lombardia sta correndo veloce, in molti settori anche meglio di quanto ci si aspettasse”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, i dati: 4.552 i positivi e 66 le vittime. Il tasso di positività è stabile all’1,6%

next
Articolo Successivo

Covid, Rezza: “Diminuisce incidenza e cala l’Rt. Ma con varianti e riaperture è bene mantenere massima prudenza”

next