Le agenzie Live e gli artisti forse vedono una piccola luce in fondo al tunnel. In queste settimane Assomusica – che raccoglie le più grandi agenzie Live -, le agenzie indipendenti e gli artisti sui social e sul palco dei Seat Music Awards a Verona, chiedono a gran voce al Governo di allentare le regole per gli spettacoli. L’idea è quella di raggiungere la capienza piena, in piedi o seduti, con mascherine e Green Pass. Una soluzione peraltro già adottata per i mezzi di trasporto a media e lunga percorrenza, per fare un esempio. Il producer e cantante Cosmo aveva chiesto al presidente e alla vice presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini e Elly Schelin, di superare “l’ipocrisia” del Governo e di provare ad aprire a capienza piena i suoi tre concerti, a ottobre (1-2 e 3) all’Arena Parco Nord di Bologna in una tensostruttura con ricircolo dell’aria, Green Pass e tamponi rapidi.

Il concetto è che da qualche parte bisognerà pure iniziare e soprattutto riabilitare al 100% un settore piegato dopo due anni di pandemia. I concerti estivi infatti si sono svolti regolarmente, seguendo le attuali norme che prevedono numero contingentato, mascherine, distanziamento e Green Pass o tampone. Peccato però che per tutta l’estate si sia assistito a situazioni fuori controllo in diversi locali che si sono trasformati in sale da ballo, in barba a tutte le restrizioni. Una situazione ha mosso diversi artisti da Mahmood al già citato Cosmo, passando per Alessandra Amoroso e Il Volo a fare diversi appelli per una ripartenza seria.

Stefano Bonaccini e Elly Schelin avevano promesso a Cosmo che alla prima riunione utile della Conferenza Stato-Regioni avrebbero riportato tutte le richieste, condivisibili, dell’artista con proposte concrete. E così è stato fatto. Secondo fonti interpellate da FqMagazine, risulta altresì che il ministro abbia preso a cuore la vicenda e stia pensando seriamente di poter aprire all’ipotesi di fare un “test” con capienza piena proprio in occasione dei tre concerti di Cosmo. Sarebbe di fatto un vero e proprio spartiacque per il settore. Ulteriori sviluppi nei prossimi giorni, tenuto conto anche dell’andamento dei contagi e dei ricoveri in terapia intensiva monitorati settimanalmente dall’Istituto Superiore di Sanità e anche dalle prossime indicazioni del Cts. Nel frattempo a fine mese è previsto un ulteriore appello da parte delle Agenzie Live e degli artisti per spingere le Istituzioni a prendere un provvedimento più velocemente possibile. Potrebbe anche non esserci più bisogno che il premier Draghi e Speranza rispondano tempestivamente alle istanze del ministro Franceschini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Morta Megan Alexandra Blankenbiller, l’ultimo drammatico video della tiktoker stroncata dal Covid: “Non sono no-vax ma avevo paura. Non fate come me, vaccinatevi”

next
Articolo Successivo

Kathryn Prescott, l’attrice investita da un camion di cemento mentre attraversava la strada: “Ha evitato per un pelo la paralisi, è in terapia intensiva con fratture multiple”

next