Nessun passo indietro. Anzi, una presa di posizione netta. Durante il suo discorso alla nazione alla Casa Bianca, relativo alla situazione in Afghanistan, il presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden, ha archiviato 20 anni d’esportazione di democrazia nel Paese: “Gli sviluppi della settimana confermano che la scelta di finire ora il coinvolgimento militare in Afghanistan era giusta – ha detto – Le truppe americane non dovrebbero morire in una guerra che le forze afgane non sono disposte a combattere“.

Biden ha però ammesso che neanche gli Usa si aspettavano un evolversi così repentino della situazione: “Eravamo consapevoli dei rischi. Ma la verità è che questo è avvenuto più velocemente di quanto avessimo previsto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Afghanistan, i talebani promettono amnistia e donne nel governo (ma sotto la sharia). L’Ue: “Uguali a prima, parlano solo meglio inglese” – DIRETTA

next
Articolo Successivo

Biden: “Non passerò questa guerra a un quinto presidente. Missione contro il terrorismo è stata un successo, quella di cambiare l’Afghanistan no”

next