Con lo smatellamento della presenza dell’esercito Usa e e in generale dell’Alleanza Atlantica era attesa l’avanzata dei talebani e così è stato. Le città di Sar-e-Pul e di Kunduz, due capoluoghi di provincia nel nord del paese, sono cadute nelle mani dei talebani a poche ore i distanza una dall’altra. Lo hanno confermato funzionari delle due città, parlando di intensi combattimenti tra gli insorti e le forze locali. I talebani hanno conquistato anche Taloqan.

Dopo aspri combattimenti, i mujaheddin, con l’aiuto di Dio, hanno catturato il caplouogo di Kunduz”, hanno detto i talebani in una nota. “I mujaheddin hanno anche catturato la città di Sar-e-Pul, gli edifici governativi e tutte le strutture che si trovano lì”, prosegue la nota. La conquista i Kunduz rappresenta un importante obiettivo dei talebani che prima nel 2015 e poi nel 2016 avevano invaso brevemente la città, ma senza riuscire a controllarla a lungo.

Intanto il ministero della Difesa di Kabul spiega che l’esercito è impegnato nel tentativo di riconquistare terreno. “Le forze del commando hanno lanciato un’operazione. Alcune aree, compresi gli edifici della televisione e della radio nazionale, sono state riconquistate dai terroristi Talebani”, ha affermato il ministero in una nota. Taj Mohammad, comandante delle forze afghane, ha detto che “i nemici hanno intensificato gli attacchi nella città di Kunduz nelle ultime 24 ore e hanno subito pesanti perdite”. L’emittente Tolo News riferisce di decine di negozi ed edifici che si trovano vicino all’aeroporto di Kunduz e al quartier generale della polizia che hanno preso fuoco nella notte a causa dei combattimenti. Decine di famiglie hanno abbandonato le loro case.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alluvioni in Germania, indagato politico Cdu per i ritardi nel dare l’allarme alla popolazione

next
Articolo Successivo

Apple, l’algoritmo per la lotta alla pedopornografia riapre lo scontro su privacy e sorveglianza di massa. E i governi premono per controllare i nuovi strumenti

next