“Il green pass lo metterei anche al gabinetto. Quello che risulta un po’ strano è l’applicazione monosettoriale di queste misure. Non capisco perché bisogna avere il green pass per andare al ristorante e non bisogna averlo per andare al supermercato”. Così il direttore generale della Fipe (Federazione italiana pubblici esercenti) Roberto Calugi in un dialogo con Peter Gomez e Giovanni Terzi nella cornice dei giardini del Grand Hotel di Rimini, per il ciclo di incontri La Terrazza Dolce Vita.

“Ho l’impressione che tu rappresenti la Fipe in una posizione stra maggioritaria nella tua categoria tutti mi dicono che si adegueranno – ha detto Peter Gomez -. La mia impressione è che quelli che noi vediamo in televisione o nelle manifestazioni, siano delle persone molto poco rappresentative”.

“Il problema – replica Calugi – è che evitare me in trasmissione che dico cose di buon senso fa meno ascolti, qui per due punti di share ci vendiamo la mamma. Ma parliamo della principale trasmissione di Rai Uno, in cui un signore è andato a dire che il giorno dopo avrebbero aperto 50mila ristoranti, il giorno dopo ne hanno aperti 50 ma tutti i giornali titolavano 50mila… la maggioranza silenziosa è molto più ragionevole della minoranza chiassosa e dovremmo noi stessi imparare a selezionare le fonti di approvvigionamento dell’informazione”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Attacco hacker Regione Lazio, ripartono solo le prenotazioni dei vaccini. Ecco l’elenco di tutti i servizi non ancora accessibili

next
Articolo Successivo

Green pass, a Milano la pasticceria che lo fa mostrare ai dipendenti: “Clienti soddisfatti. Sui social invece è partita una tempesta di critiche”

next