Vaccinazione obbligatoria a chi è in contatto con le persone fragili ovvero il personale sanitario. È il presidente francese Emmanuel Macron che annuncia i cittadini la misura prevista per arginare la pandemia di Covid. Il capo di Stato si è rivolto ai connazionali in un messaggio televisivo dopo il consiglio di Difesa sanitario che si è tenuto all’Eliseo. In Francia, si stanno moltiplicando timori e segnali d’allerta per la rapida avanzata della variante Delta del coronavirus, che ormai rappresenta circa il 50% dei contagi. Come era atteso l’inquilino dell’Eliseo ha annunciato l’obbligo vaccinale per il personale sanitario. “Al momento in cui vi parlo”, c’è una “forte ripresa” dell’epidemia legata al coronavirus che riguarda “tutte le nostre regioni. Se non agiamo da oggi il numero di casi continuerà ad aumentare fortemente e darà vita a ricoveri in aumento dal mese di agosto”, ha avvertito Macron, annunciando quindi l’immunizzazione obbligatoria “entro il 15 settembre” del personale sanitario. Quindi l’appello a tutti i francesi a farsi vaccinare, in modo volontario, per vincere la lotta sul nemico invisibile

Sarà avviata la campagna di vaccinazione per gli studenti a partire dal mese di settembre e il presidente ha inoltre annunciato che i test Pcr saranno “a pagamento a partire dall’autunno, salvo prescrizione medica”. Dal 21 luglio in Francia sarà necessario il pass sanitario, per chi ha più di 12 anni, per partecipare a eventi di cultura e attrazioni con oltre 50 persone, bisognerà cioè essere vaccinati o avere un test negativo. Il presidente ha aggiunto che dall’inizio del mese di agosto il pass sarà necessario in bar, ristoranti, case di riposo, aerei e altri luoghi affollati, sia per ospiti, sia per lavoratori. Il pass sarà necessario anche peri i centri commerciali, i treni, i pullman di lunga percorrenza e altre strutture mediche. “La vaccinazione di tutti i francesi è l’unica via per un ritorno alla normalità.

Intanto altre misure misure sono state già prese. Le persone che desiderano assistere alla celebre parata militare del 14 luglio, la festa nazionale francese che commemora ogni anno la presa della Bastiglia del 1789, dovranno essere muniti di pass sanitario e indossare la mascherina. “Vista la situazione epidemica, molte misure sanitarie saranno obbligatorie per gli spettatori della parata, sia che assistano alle festività dalle tribuna sia lungo l’avenue des Champs-Elysées” di Parigi, ha dichiarato la prefettura, aggiungendo: “Ogni persona dovrà essere munita di una delle tre prove (un certificato completo di vaccinazione, un test negativo oppure un test che dimostri la guarigione dal Covid-19), il cosiddetto ‘pass sanitario’, per entrare nel perimetro della parata”, precisano le autorità, chiedendo inoltre agli spettatori di presentarsi in anticipo ai cancelli, anche per trovare posto, visto che la capienza della parata militare sarà ridotta a causa del nemico invisibile.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cuba, proteste senza precedenti contro la crisi economica: “Basta dittatura”. Presidente: “Dietro ci sono gli Usa, vogliono provocare disordini sociali”

next
Articolo Successivo

Il G20 delle donne è l’occasione per l’Italia di rendere la sua presidenza davvero credibile

next