Scoppia il caso J&J: mezzo Cts per lo stop. “Ora è un pasticcio”

Non solo AZ – Vaccini a vettore adenovirale – Incertezza sui numeri

Pronto Amerega me senti? di

Uno dei fenomeni più comici del momento è il ritorno di Nando Mericoni. Solo che al posto di Sordi ci sono gli atlantisti fuori tempo massimo de noantri(“Pronto Amerega me senti?”), tutti eccitati perché Draghi incontra Biden al G7, anzi gli dà la linea nella sua nuova veste di Capo del Mondo. Repubblica: “Draghi guida […]

Milano – Per 48mila euro. La Regione nomina parte del Cda

Il Pio Albergo Trivulzio comprò i camici del cognato di Fontana

La società Dama Spa, di proprietà di Roberta e Andrea Dini, moglie e cognato del governatore Attilio Fontana, ha ricevuto a maggio 2020 un pagamento da 48.312 euro dal Pio Albergo Trivulzio di Milano per la fornitura di 6.600 camici monouso. A dimostrarlo, la fattura numero 11.578 emessa dall’istituto in data 28 maggio 2020, a […]

Il dossier – Guastatori dell’alleanza giallorosa

Pd: la federazione-fuffa per rompere col M5S

Si scrive “Federazione di centrosinistra”, si legge “No all’alleanza privilegiata con i Cinque Stelle”. Il dibattito dentro il nuovo Pd di Enrico Letta (o piuttosto presunto tale) in questi ultimi giorni si è concentrato sulla formula, vagamente creata a tavolino. Tra le difficoltà della nuova segreteria e la tattica scelta dalle correnti (ovvero, logorare, non […]

L’inchiesta/2 – Fratelli d’Italia – Dietro il boom della Meloni

La destra delle “Bestie” social: Giorgia azzanna più di Matteo

Non ci sono solo i sondaggi che fotografano un imminente aggancio di Giorgia Meloni su Matteo Salvini. A preoccupare il leader della Lega e la sua “Bestia”, 30 persone che comunicano ogni suo singolo movimento, c’è un’altra competizione in cui il sorpasso della giovane leader di Fratelli d’Italia è già avvenuto, ormai da due mesi: […]

di Lorenzo Giarelli e Giacomo Salvini
La riforma Fornero

Altri 1.500 nuovi esodati: un’epopea lunga 10 anni

“Nona salvaguardia” – Ad oggi sono 150mila i lavoratori rimasti senza stipendio né pensione dal 2011. La toppa messa da ogni governo. E non sarà l’ultima…

Europei

Minuto 43, la grande paura: Eriksen rianimato in campo

Il giocatore danese si è accasciato a terra vittima di un malore mentre la sua nazionale affrontava la Finlandia. Giocatori in lacrime. Poi tutti insieme hanno deciso di riprendere il match

Medio oriente – Svolta in Israele

La fine di “Re Bibi”: ora trama per restare aggrappato al trono

Oggi il nuovo governo israeliano dovrebbe arrivare al giuramento ed è uno dei governi di coalizione più eterogenei e strani che si possano immaginare, con a capo un ebreo religioso con la Kippah (la papalina) in testa e all’interno un antireligioso di prima linea. E perfino un arabo. Chi è riuscito a compiere il miracolo? […]

di Manuela Dviri
L’intervista – Paolo Bianchini

“Manfredi contro i tedeschi. Sordi e le notti da vitellone. E l’incontro con Chaplin”

Regista, negli anni 60 ha girato dei western e degli horror oggi considerati dei cult

Il vertice g7

Biden: “Gli Usa sono tornati” Giallo sul bilaterale con Draghi

Nell’agenda di Joe è un “incontro informale”

L’intervista – Filippo Rossi – L’ex finiano contro “lady destra”

“Stando sempre in tv, il 20% è poco”

“La federazione di centrodestra è un arrocco di Salvini. Un segnale di grande difficoltà da parte sua e Berlusconi ci sta cascando con tutte le scarpe”. Filippo Rossi è stato uno dei protagonisti della stagione finiana di Futuro e Libertà. Oggi, con altri, sta lanciando il suo nuovo partito, Buona Destra, che farà il suo […]

L’intervista – Federico D’Incà – Ministro dei 5Stelle

“Al Nord abbiamo problemi: apriamo la Casa dei civici”

Vuole un nuovo Movimento con una struttura forte, e in fretta, “perché abbiamo sbagliato a non darcela prima” ammette il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà. Ma bisogna sbrigarsi soprattutto per un altro motivo, riconosce: “La riorganizzazione deve essere uno strumento, presto dovremo tornare a parlare solo dei nostri temi in agenda”. […]

Trombosi rare – Un caso a Brescia

Morto un 54enne. E al centralino “eventi avversi” non sanno che dire

Il malore in casa, l’ischemia, la corsa in ospedale, l’operazione per asportare un trombo, la terapia intensiva e la morte, 12 giorni dopo la prima dose di AstraZeneca. Cronologia di un calvario su cui indaga la Procura di Brescia che vuole capire se la trombosi fatale che ha colpito il 54enne Gianluca Masserdotti sia direttamente […]

di Urbano Croce e Francesco Ferasin
Richiami & C. – Problemi dalla Lombardia alla Campania

Rischiamo 40-60 mila dosi in meno al giorno

Giovanni Rezza, il direttore della Prevenzione del ministero della Salute, ha firmato la circolare che ha impresso la nuova giravolta alla somministrazione AstraZeneca (agli under 60 il richiamo dovrà essere fatto con Pfizer BioNTech o con Moderna) nella notte tra venerdì e sabato. E ieri mattina in molte Regioni c’è stato il caos. In Lombardia […]

di Natascia Ronchetti
Le petizioni

Ass. Coscioni: “Adesso i dati”. E su change.org “Figliuolo out”

“Accogliamo con soddisfazione la notizia che il Ministro Speranza ha dato indicazione perentoria a non effettuare il vaccino AstraZeneca sotto i 60 anni”. Così Valeria Poli, dell’Associazione Luca Coscioni e presidente Società Italiana di Biofisica e Biologia Molecolare, firmataria – insieme a numerosi scienziati e accademici – della lettera che giorni fa ha aperto il […]

Materie prime

Acciaio, l’Ue ora asseconda i produttori

In crisi – la Commissione vuole la proroga delle quote all’import nonostante l’impennata dei prezzi

di Gianclaudio Torlizzi
Questioni comiche – Angoli e visioni

Ritmo & spazio, anche l’occhio vuole la sua parte

“Come mai siete così lontani?”. “Non siamo lontani, siamo solo molto piccoli”. Conoscere le leggi nascoste della comunicazione aumenta l’arsenale di cui un comico può disporre per i suoi atti di sabotaggio dell’immaginario (Qc #15). Dopo il codice linguistico, diamo un’occhiata al codice visivo e alle sue metabole. ELEMENTI DI SEMIOTICA DELL’ARTE VISIVA IL CODICE […]

Anp, il patriarca Abu Mazen è in crisi. Il futuro è nel voto

È evidente lo sforzo di Israele in queste settimane di riprendere una vita politica normale, con l’elezione di Yair Lapid alla presidenza, con l’accordo di governo Lapid-Bennett che sta mettendo fine ai 12 anni dell’era di Bibi Netanyahu. Dall’altra parte del Muro, la situazione di stallo è drammatica specie dopo l’annullamento – l’ennesimo – delle […]

Insieme per forza

Bennett-Lapid: i patti incrociati degli 8 alleati

Il blocco anti Netanyahu che oggi il leader dell’opposizione, Yair Lapid, deve sottoporre al voto di fiducia della Knesset è formato da otto partiti. Va da sé che una coalizione così ampia presenti al proprio interno elementi discordanti, ma in questo caso il leader del partito centrista laico Yesh Atid (C’è futuro), è riuscito a […]

Il commento – Chiellini e Bonucci fondamentali

L’Italia non è la più forte, ma almeno ha un’idea. E Mancini ha finalmente trovato il giusto equilibrio

Tutti “draghi”, giocando sulle parole. E per il Guardian, addirittura “Bellissimo”. Da fateci vaccinare a fateci sognare il passo è breve, e non sempre greve. È cominciato l’Europeo, il primo e unico itinerante, da una visione, romantica, di Michel Platini, e “la storia siamo noi” ci ha subito contagiato: dalla nazione alla nazionale. La squadra […]

di Rob.Bec.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

In Edicola sul Fatto Quotidiano del 12 Giugno: Figliuolo s’arrende. Ora fuori i numeri. Az solo over 60

next
Articolo Successivo

In edicola sul Fatto: Graviano scrive a Cartabia. Lo aveva già fatto con Lorenzin sul carcere duro

next