Di loro si parla poco, e quando lo si fa non si citano mai i loro nomi. Questo libro di Ilaria Ferramosca e Gian Marco De Francisco (edizioni BeccoGiallo) ha il pregio di raccontare anche le storie degli angeli custodi di Giovanni Falcone. Poche ore dopo l’esplosione, le famiglie d’origine del ventinovenne Antonio Montinaro e dell’agente scelto Rocco Dicillo (trent’anni appena compiuti), partono per Palermo senza informazioni precise su quanto accaduto. In un volo notturno di poche, interminabili ore, i fratelli minori di Antonio e Rocco, Matilde e Michele, ripercorrono i ricordi d’infanzia e adolescenza dei propri cari uccisi: il legame con la propria terra d’origine, gli affetti, la quotidianità, le scelte che li hanno portati a svolgere il lavoro di agenti di scorta.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Una inedita sceneggiatura di Gesualdo Bufalino sulla leggendaria Donna Franca Florio

next
Articolo Successivo

I segreti della Turandot in mostra al Museo del tessuto di Prato: costumi e gioielli ritenuti perduti scoperti in un misterioso baule

next