“Voglio dirlo senza giri di parole: liberate i brevetti. Non è solo il Movimento 5 stelle che lo chiede, ma il mondo intero. Il vicepresidente della Commissione europea Dombrovkis dice che è complicato, ma la complessità si affronta, non si evita, ancora di più quando in gioco ci sono delle vite“. Sono le parole dell’europarlamentare del M5s, Tiziana Beghin, intervenuta a Strasburgo per la sessione plenaria. “Se il mondo non ne esce, non ne usciremo nemmeno noi. E quindi basta fingere di proteggere l’innovazione, quando in realtà si stanno solo proteggendo azionisti e dividendi. Big Pharma ha ricevuto decine di miliardi pubblici per la ricerca e questi vaccini li abbiamo pagati due volte, prima per svilupparli e poi per comprarli ancor prima di sapere se funzionassero. Perciò io dico che i vaccini sono un bene pubblico, appartengono al genere umano, sono di tutti noi. E se vogliamo uscire da questo incubo bisogna vaccinare il mondo e obbligare i produttori a smettere di guadagnare sulla pandemia”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Porte girevoli, l’Europa apre un’indagine: il mediatore Ue passerà al setaccio 100 fascicoli di funzionari diventati lobbisti

next
Articolo Successivo

Migranti, all’Italia non piace il nuovo Patto Ue: dal carico sui Paesi di primo ingresso alla solidarietà “flessibile” e la mancanza di una missione nel Mediterraneo

next