“I leghisti non sono tutti omofobi, ma chi oppone al disegno di legge è complice dell’omofobia”. Lo ha detto Alessandro Zan, il deputato del Pd primo firmatario della legge contro l’omotransfobia, che alla vigilia della manifestazione dei Sentinelli a Milano prevista per oggi, sabato 8 maggio, ha inaugurato due panchine arcobaleno contro le discriminazioni nel quartiere Pasteur. “L’onda della società è così forte che anche chi vuole frenare o insabbiare questa legge non ce la farà – ha spiegato il deputato dem – c’è un’opinione pubblica che aspetta da trent’anni questa legge

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Senza dimora e migranti, i 500mila dimenticati dal piano vaccini: “In molte regioni impossibile prenotare, ma immunizzarli è interesse di tutti”

next
Articolo Successivo

Ddl Zan, in 8mila alla manifestazione di Milano: “La gente vuole questa legge che non è per le minoranze ma contro l’odio”. In piazza anche Vito (Forza Italia) e Pascale

next