Nel giorno in cui Joe Biden ha lanciato il proprio appello al Senato per l’approvazione di due proposte di legge per introdurre controlli più rigidi sulla circolazione delle armi da fuoco nel Paese, gli Stati Uniti piombano per la seconda volta nello stesso giorno nell’incubo delle sparatorie. Dopo che un ex giocatore di Nfl è entrato in un’abitazione in South Carolina sparando e uccidendo cinque persone, tra cui due bambini di 5 e 9 anni, nella nottata italiana cinque persone sono state ferite, alcune in modo grave, da proiettili sparati nel parco industriale di Bryan, a circa 160 chilometri da Houston, in Texas. Una persona è deceduta.

L’episodio sarebbe avvenuto all’interno di un’azienda che produce arredamenti per la casa. Il presunto assalitore, identificato nella dalle autorità come Larry Bollin, è stato tratto in arresto al termine di una caccia all’uomo durata diverse ore. Lo rende noto la polizia. Si tratterebbe di un dipendente di 27 anni della stessa azienda. Ancora sconosciuto il movente della tragedia. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo che avrebbe aperto il fuoco davanti a un magazzino dell’impresa dove in quel momento si trovavano diversi impiegati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

“Erdogan dittatore”, la Turchia convoca l’ambasciatore italiano dopo le parole di Mario Draghi: “Affermazioni senza controllo”

next
Articolo Successivo

“Mai così tante truppe russe al confine con l’Ucraina”: gli Usa inviano 2 navi da guerra nel Mar Nero. Mosca: “Rischio escalation”

next