Felice Arcamone, infermiere del Pronto soccorso dell’ospedale San Carlo di Potenza, è stato il primo a vaccinarsi contro il Covid-19 in Basilicata. Ai colleghi e agli operatori sanitari che rifiutano il vaccino chiede di cambiare professione. “Remore e dubbi sui vaccini non sono fondati per il personale sanitario, che ha sposato un’ideologica e ha degli ideali che non possono non incontrare il consenso alla campagna vaccinale. Che il personale di un pronto soccorso o di un’ambulanza possa non essere vaccinato non rispetta i canoni etici e morali della professione”, spiega l’infermiere di origini pugliesi.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maxi-rissa a Fiumicino con accoltellamento di un 19enne. Identificati 4 ragazzi, appena maggiorenni

next
Articolo Successivo

Coronavirus, la Pasqua è in zona rossa ma si può andare all’estero. Federalberghi attacca: “Una presa in giro, così si ammazza il turismo”

next