“La Costituzione attribuisce la governo la competenza in caso pandemia ma non era quello il motivo del richiamo, ho detto che senza collaborazione tra Stato e regioni non si raggiunge il successo e il richiamo era teso a dare la linea di fondo” ovvero che devono essere vaccinate “le persone più fragili e andare in ordine di età, è il criterio che va seguito”. Lo ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa, rispondendo ad alcune domande dei cronisti sulle misure da mettere in campo per tutelare gli anziani e i più fragili e i criteri da seguire per fare in modo che abbiano la priorità nella campagna vaccinale. “È difficile spiegare ai cittadini che vedono” alcune categorie vaccinate prima “e non si vede perché queste categorie siano più fragili ed esposte degli ultrasettantenni e ultraottantenni. La risposta delle Regioni è stata ampiamente positiva. C’è stato un incontro con il ministro Gelmini, ci sarà un incontro con le regioni la prossima settimana e ci sarò anche io. Dobbiamo lavorare tutti insieme”

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Draghi: “Mi vaccinerò con Astrazeneca. Ho fatto la prenotazione, spero di farlo la settimana prossima” – Video

next