I manifestanti bloccano le strade in tutto il Libano per protestare contro la paralisi politica del Paese dopo che la sterlina libanese ha toccato i minimi storici sul mercato nero. Il Paese è alle prese con la peggiore crisi economica degli ultimi decenni, aggravata dalla pandemia di coronavirus. Il valore della sterlina libanese è crollato di oltre l’80%, facendo impennare i prezzi e più della metà della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bataclan, il fermo dell’algerino a Bari conferma il ruolo dell’Italia nel fornire documenti falsi

next
Articolo Successivo

Il primo passaporto vaccinale al mondo è in Cina: “Così faciliterà i viaggi oltre confine”

next