Joe Biden si appresta ad annunciare una “storica partnership” fra i giganti farmaceutici statunitensi Merck e Johnson & Johnson per accelerare sulla produzione dei vaccini contro Covid-19. Secondo quanto riporta il Washington Post, Merck metterà a disposizione due dei suoi stabilimenti per velocizzare i ritmi produttivi del nuovo medicinale che ha appena ottenuto l’autorizzazione di emergenza della Fda, l’autorità statunitense sui farmaci. Il vaccino Johnson and Johnson garantisce il suo effetto anche con una sola somministrazione.

I due gruppi sono rispettivamente la prima e la quinta casa farmaceutica al mondo. Merck in particolare è il maggior produttore di vaccini al mondo, con farmaci per virus come Ebola e il papilloma virus, ma è rimasto tagliato fuori dalla corsa al farmaco anti Covid dopo i risultati deludenti mostrati dal prodotto che stava sviluppando. L’accordo è stato favorito dalla Casa Bianca in seguito ai timori su possibili ritardi nella produzioni di fiale Johnson&Johnson. L’obiettivo della casa farmaceutica è di produrre 100 milioni di dosi entro giugno. Al momento non è noto quanto potrà aumentare questa cifra alla luce dell’accordo con Merck.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Avrei bisogno di una pizza subito, mi può aiutare?”: la telefonata “in codice” di una 33enne per salvarsi dall’ex compagno violento

next
Articolo Successivo

Bergamo, anziani isolati a causa di una frana: così gli over 80 ricevono il vaccino anti-Covid – Video

next