Una cena d’estate, qualche diretta Instagram, molti punti in comune legati anche a vicende dolorose della vita privata. Così è nata l’amicizia e la collaborazione professionale tra Giorgio Panariello e Marco Giallini che hanno deciso di monopolizzare la prima serata del giovedì di Rai Tre per un nuovo esperimento televisivo: il sit-showLui è peggio di me”, in onda per quattro puntate dall’11 febbraio. I due sono stati ospiti nel talk “Programma” di Claudia Rossi e Andrea Conti in onda in diretta Facebook e YouTube de Il Fatto Quotidiano e FqMagazine giovedì 11 febbraio dalle ore 15. E, oltre allo show, che si annuncia una vera novità come formula, c’è stato modo anche di parlare di Sanremo: “Amadeus non è ancora riuscito a chiudere gli ospiti? Andiamo noi!”. E via con una cantata di E non ci lasceremo mai, imperdibile (come tutta la diretta: RIVEDI QUI).

Un ibrido tra sit-comedy e show televisivo di prima serata. Il titolo è un omaggio al film diretto da Enrico Oldoini nel 1985 con Adriano Celentano e Renato Pozzetto. Nella prima puntata saranno ospiti Marracash, Kasia Smutniak, Antonello Venditti, Francesco De Gregori, Paola Turci, Piero Dorfles, Marco Travaglio e Filippo La Mantia. Tra gli altri ospiti annunciati per le prossime puntate anche Leonardo Pieraccioni, Vinicio Marchioni ed Edoardo Leo. La sigla iniziale è affidata a un brano cult di Raffaella Carrà “Tanti Auguri”. Una scelta non a caso spiegano i due mattatori: “Apriamo con la sigla e un monologo sulla responsabilità che ci sentiamo sulle spalle per debuttare in una Rete dai contenuti alti con protagonisti colleghi del calibro di Lucia Annunziata o Bianca Berlinguer”

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bruce Springsteen arrestato, Jeep ritira lo spot con lui: “Il messaggio che si può bere e guidare non può essere perdonato”

next
Articolo Successivo

Lui è peggio di me, cosa vedremo stasera? Ce lo raccontano live Panariello e Giallini (con capelli arancioni)

next