Impossibilitato a tenersi – per ora – in presenza, il 71° Festival di Berlino conferma le proprie date (1-5 marzo) della prima parte della kermesse in live streaming, promettendo che la seconda tranche, a giugno, sarà in presenza. Contestualmente, il direttore artistico Carlo Chatrian e la managing director Mariette Rissenbeek hanno oggi annunciato un programma ricco e articolato nelle consuete sezioni. E se dai titoli selezionati in concorso è assente l’Italia, il tricolore sventola in due lavori entrati in altre sezioni. Si tratta del documentario Per Lucio di Pietro Marcello dedicato all’immenso e compianto Lucio Dalla (in Berlinale Special) e La veduta luminosa di Fabrizio Ferraro, inserito in Forum, che racconta il viaggio di una coppia legata al cinema nei luoghi del poeta tedesco Friedrich Hӧlderlin. Rai Cinema è co-produttrice di entrambi i film.

Tra le 15 opere selezionate a correre per l’Orso d’oro figurano parecchi lavori nazionali – quasi un record con 5 titoli tedeschi, fra cui spiccano quelli del noto Dominik Graf e l’esordio in regia della star Daniel Brühl – che si alternano a film prevalentemente europei ed asiatici, con l’America presente solo grazie al messicano Una Pellicola de Policiàs di Alonso Ruizpalacios. Dalla Francia è atteso il nuovo lungometraggio della talentuosa Céline Sciamma (Petite Maman) mentre dal Sud Corea si conferma l’inossidabile Hong Sangsoo (Introduction), tra gli indiscussi poeti del cinema orientale.

Nella più pop Berlinale Special Gala, sfileranno lo scozzese premio Oscar Kevin Macdonald regista di The Mauritanian (cast stellare guidato da Jodie Foster e Benedict Cumberbatch), French Exit del canadese Azazel Jacobs con Michelle Pfeiffer e Lucas Hedges così come l’esordio in regia dell’attrice Lina Roessler, Best Sellers, interpretato da un’icona assoluta, Michael Caine.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Oscar 2021, ecco la shortlist del miglior film in lingua straniera. Notturno di Rosi non c’è ma è candidato per il miglior documentario

next
Articolo Successivo

San Valentino, Wonder Woman e dintorni: amori, uscite e candidature da Oscar

next