Lo chiamano il Bronx della Napoli Est, degrado e guerra di clan in gomorra style hanno rimpiazzato quello che una volta era l’impero Cirio del pomodoro in scatola, orgoglio del made in sud. Amaro epilogo anche per l’esperimento culturale del “The Beggars’ Theatre“. Il Teatro di San Giovanni a Teduccio è stato sfrattato dagli spazi del Centro Asterix. Voluto e diretto dal regista e compositore Mariano Bauduin, pupilla di altro celebre compositore Roberto De Simone, che in sei anni ha cercato di dargli un’identità di forte respiro europeo, a cominciare dal nome di memoria shakespeariana.

E con il The Beggars’ Theatre viene sloggiato anche tutto il materiale, scenografie, strumenti musicali e la preziosa collezione di 4000 costumi di scena, tra cui quelli della storica “La Gatta Cenerentola.È una sconfitta per noi che abbiamo investito tempo e competenze nel progetto, ma è sicuramente una sconfitta per tutto il territorio e per la pubblica amministrazione che non accompagna i processi di rigenerazione o, anzi, li ostacola”, commenta amaramente Bauduin che tra l’altro ha diretto ultimamente un Falstaff al Teatro Petruzzelli di Bari e una Traviata al Teatro Verdi di Trieste.

Il Teatro dei mendicanti era un microcosmo attorno cui gravitano ragazze che a 17 anni hanno già uno o due figli, ragazzi che non hanno finito neppure le scuole elementari o che sono stati in carcere. ”Per attrarli, uso una sorta di specchietto per le allodole: durante le prove, lascio le porte del teatro aperte. Chi passa si incuriosisce ed entra. Non si aiutano le periferie con il mito del buon selvaggio, riproducendo il degrado attraverso le varie Gomorre che tanto vanno di moda. A chi è assuefatto a malavita, camorra e droga bisogna dare un’alternativa, offrire strumenti che qui non arriverebbero. La bellezza e la cultura sono il vero riscatto”, conclude Bauduin.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lo Scaffale dei Libri, la nostra rubrica settimanale: diamo i voti alla biografia su Luis Sepulveda, Adesso Splendi e Le Canaglie

next
Articolo Successivo

Terremoto Marche, parte il restauro delle 14mila opere d’arte recuperate dalle macerie: “Alcune delle chiese che le ospitavano non esistono più”

next